Clay Paky illumina il Tour mondiale dei Lady Antebellum

Clay Paky illumina il Tour mondiale dei Lady Antebellum

Anno

2012

Luogo

Nord America

Lighting designer

Baz Halpin

Produzione/Rental

Upstaging

Prodotti correlati

data pubblicazione: 20 Novembre 2012

Quando, all'inizio dell'estate scorsa, il trio country Lady Antebellum ha pervaso tutto il Nord America con l'atmosfera del suo tour mondiale We Own the Night, la band si esibiva davanti a più di un milione di fans.  Due dozzine di Sharpy di Clay Paky contribuivano ad illuminare il clamoroso tour, che si è concluso recentemente con tre appuntamenti in Australia.

In settembre 2011 i Lady Antebellum hanno esordito con il loro terzo album registrato in studio dal titolo We Own the Night.  E' stato in cima alla classifica della Billboard 200 ed è diventato il secondo n. 1 della band. Ha raggiunto i vertici delle classifiche dei Top Country Albums e dei Canadian Albums della rivista.

Per il tour che è durato per tutto il 2012, il Lighting Designer Baz Halpin ha dato voce al concetto di esperienza 'fan-centrica' tipico della band, creando un palco che prevedeva che una parte del pubblico si trovasse al centro, in modo che i Lady Antebellum potessero 'immergersi nel pubblico e viceversa - essenzialmente il pubblico doveva diventare lo sfondo dello show."

L'obiettivo di Halpin era quello di limitare il numero dei mezzi per il trasporto degli impianti per l'illuminazione. "Avevamo il nostro palco mobile da trasportare e ciò significava che l'attrezzatura doveva essere compatta ma potente," spiega.

Il palco prevedeva tre schermi pieghevoli per proiezione da 18x24 piedi posizionati in fondo e, tra questi, quattro scale rigide verticali che contenevano 24 Sharpy.  "Gli Sharpy hanno offerto un tocco dinamico e potente," afferma Halpin. "La loro intensità, insieme alla loro velocità, ci ha dato la possibilità di creare un'ampia varietà di scenari. La funzione principale degli Sharpy era quella di evidenziare gli attacchi musicali e la dinamica. Li abbiamo usati sia come gobo che come soft wash con la funzione frost attiva.

"In termini di ingombro nei camion, peso, potenza e costo, gli Sharpy soddisfano tutti i requisiti."

Halpin riferisce che gli Sharpy hanno lavorato "in modo molto affidabile" durante il tour.  Hanno funzionato con costanza in tutti gli spettacoli che abbiamo fatto. Noi sperimentiamo continuamente nuove posizioni e sistemazioni, ma una luce così versatile può essere utilizzata quasi dappertutto."

A.C.T Lighting è il distributore Clay Paky per l’America Settentrionale.

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per l’America Settentrionale e Latina, commenta: "Baz è un grande fan delle nostre luci e siamo molto felici di vedere che le ha utilizzate anche per questo tour. Sembra che gli Sharpy abbiano offerto proprio l'immagine di cui aveva bisogno."

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it