Gli Sharpy di Clay Paky esaltano lo show di Saatchi & Saatchi

Gli Sharpy di Clay Paky esaltano lo show di Saatchi & Saatchi

Anno

2012

Luogo

Francia

Lighting designer

Jonathan Santana & Xander Smith; Marshmallow Laser Feast (MLF)

Produzione/Rental

Saatchi & Saatchi (event production)

Prodotti correlati

Collegamenti esterni

data pubblicazione: 26 Novembre 2012

Francia – Una schiera di Sharpy di Clay Paky ha coadiuvato l'agenzia pubblicitaria mondiale Saatchi & Saatchi nel lancio del New Directors’ Showcase al prestigioso Cannes Lions International Festival of Creativity, ovvero il festival internazionale della pubblicità.

Il New Directors' Showcase di Saatchi & Saatchi è uno degli eventi più popolari e presenta alcuni fra i filmati più innovativi selezionati fra quelli proposti dai migliori registi di tutto il mondo. L'appuntamento è famoso a livello planetario per i contenuti ambiziosi e a volte stravaganti dei suoi eventi inaugurali.

E quest'anno non è stato da meno.

Sedici Quadrotor o quadricotteri, ideati e realizzati da Kmel Robotics, dotati di specchi nella parte sottostante, hanno lavorato in sincronia con gli Sharpy di Clay Paky esibendosi in un balletto surreale fatto di luci e suoni. Fasci luminosi affilati come lame di una purissima luce bianca hanno danzato con intermittenze misurabili in millisecondi seguendo una colonna sonora elettronica dal titolo ‘Meet Your Creator’. Lo sciame di piccole macchine volanti pareva uscito da un film di fantascienza mentre disegnava delle traiettorie di volo sincronizzate, e al contempo ciascun movimento innescava una nota musicale attraverso la manipolazione delle luci ‘live’.

La produzione di quest'anno è stata progettata per la seconda volta dai senior creative Jonathan Santana e Xander Smith, già vincitori del premio Saatchi & Saatchi. Santana e Smith hanno lavorato in collaborazione con lo studio pubblicitario Marshmallow Laser Feast (MLF) - un'agenzia che nel suo lavoro fonde arte, design e tecnologia.

“Con questo progetto, il nostro obiettivo era di creare delle sculture eteree di luci e suoni,” ha dichiarato MLF. “Noi siamo sempre eccitati dalla prospettiva di appropriarci di nuove tecnologie per poi svilupparle ulteriormente per scopi artistici. Personalizzando i Quadrotor con LED e specchi, e abbinandoli agli Sharpy di Clay Paky e ad altra tecnologia su misura, siamo riusciti a coreografare l'esibizione, creando l'esperienza di un essere virtuoso astratto fatto di luce che suonava un altrettanto immaginario strumento musicale.”

MLF sostiene di aver scelto gli Sharpy per un motivo ben preciso: “Avevamo bisogno di una soluzione illuminotecnica che ci permettesse di creare delle forme elaborate con una precisione certosina, ma che fosse comunque abbastanza flessibile da consentirne il controllo in tempo reale. Ci siamo divertiti moltissimo a testare le teste mobili in uno studio nell'East London con specchi e qualsiasi altra cosa riflettente su cui siamo riusciti a mettere le mani. Hanno un potenziale creativo stupefacente e non vediamo l'ora di esplorare nuove idee con questi apparecchi nei nostri progetti futuri!”

Pio Nahum, responsabile commerciale di Clay Paky, commenta: “Siamo affascinati dallo spettacolare lavoro prodotto da Jonathan Santana, Zander Smith e MLF. E' veramente molto emozionante vedere gli Sharpy di Clay Paky assumere un ruolo così completo e di primo piano in una rappresentazione di una creatività unica. Certamente questo non fa che dimostrare una versatilità e precisione dell'apparecchio che nessun'altra applicazione possiede al momento. Riteniamo che tutto questo preannunci l'inizio di una nuova era per le idee creative e i concetti di lighting design che utilizzano lo Sharpy di Clay Paky come parte della loro gamma.”

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it