Gli Sharpy in Tour con gli Evanescence

Anno

2012

Luogo

Australia, Giappone, Hong Kong, Indonesia, Stati Uniti

Lighting designer

Dan Hardiman

Produzione/Rental

Epic / LMG Touring

Prodotti correlati

data pubblicazione: 13 Marzo 2012

Gli Sharpy di Clay Paky stanno lasciando il segno nel Tour degli Evanescence, il gruppo rock americano che sta facendo il giro del mondo con il suo terzo album eponimo.  Dopo un clamoroso debutto con il tour negli Stati Uniti lo scorso anno, il gruppo, con la cantante solista Amy Lee, si sta attualmente esibendo nei locali di Giappone, Hong Kong, Indonesia e Australia.

Il Lighting designer Dan Hardiman dell’inglese THC Design sta utilizzando più di una dozzina di Sharpy per illuminare il palco.  Li posiziona a coppie su casse drappeggiate e li utilizza per effetti di luce aerei e per illuminare il gruppo da dietro.

“Amy Lee è molto creativa ed è esaltante lavorare con un’artista che vuole essere coinvolta in tutti gli aspetti creativi di uno spettacolo dal vivo," dice Hardiman. “La musica ha forti elementi contrastanti. La voce angelica imperante di Amy, le chitarre stridenti, le affascinanti sezioni di pianoforte, gli accenti eterei dell'orchestra.  È perciò importante che lo spettacolo di luci rifletta tali accostamenti.”

Dan Hardiman dice che “tutti gli elementi del lighting design sono stati scelti per il loro impatto e per la loro traccia compatta sul palco.  Sul proscenio ci sono numerose torri verticali piene di luci wash per le mie proiezioni wash laterali. In fondo al palco ci sono numerose torri con luci wash per illuminare il gruppo da dietro.   Tra queste ci sono coppie di Sharpy per gli effetti aerei e i fasci di luce a bassa altezza.  La copertura è una struttura di truss a strati standard per gruppi rock con PAR, ACL, luci mobili, blinders e strobo.”

Hardiman nota che si tratta di una struttura versatile, in base al tipo di location: stadi, arene, teatri e club dall’atmosfera più intima.  Se il palco supera i 18 piedi di larghezza lui aumenta il numero di Sharpy a pavimento.

L’elemento centrale dello show, dice, è lo sfondo retroilluminato, adattato all'idea di Amy Lee di ricreare l’immagine dell'album: il nome del gruppo con le luci provenienti da dietro.  Hardiman è riuscito ad ottenere questo con materiale morbido e con un gobo enorme per il logo del gruppo.  Il gruppo non ama le luci dirette troppo potenti e si mantiene su toni piuttosto cupi, un’immagine che Hardiman bilancia con intensi effetti di luci mobili.

Hardiman è venuto a conoscenza degli Sharpy di Clay Paky la scorsa estate durante il tour dei Goo Goo Dolls negli Stati Uniti, in cui li aveva scelti per la loro leggerezza e il loro fascio luminoso visibile anche alla luce del giorno. “Ne avevo 17 intorno ad un truss a ferro di cavallo a movimento comandato", ricorda. “Me ne sono innamorato, come capita a chiunque li vede.  Abbiamo fatto qualche spettacolo in ambienti chiusi e la loro luminosità, il loro movimento, la loro velocità e la loro temperatura colore li contraddistinguevano dal resto della struttura.  Tenevano allegramente botta a apparecchi da 1200W e anche più grandi.  Non esiste altra luce che offra un impatto simile con dimensioni e peso così compatti e potenza così bassa.”

Avendo avuto un’esperienza positiva nel tour dei Goo Goo Dolls, dice Hardiman, “gli Sharpy rappresentavano la scelta più logica per me come fascio di luce a pavimento per gli Evanescence.”

Durante il tour dei Goo Goo Dolls della scorsa estate un solo Sharpy ha avuto bisogno di manutenzione in sei settimane, sottolinea.  “Si stanno comportando alla grande con gli Evanescence.  Attualmente abbiamo una percentuale di successo pari al 100%.”

Gli Sharpy di Clay Paky per le tappe statunitensi del tour degli Evanescence sono stati forniti da Epic e da LMG Touring. A.C.T Lighting è il distributore di Clay Paky per l’America del Nord.

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per l’America Settentrionale e Latina, aggiunge “Siamo felici di constatare che Sharpy è presente in così tanti tour di gruppi rock a livello internazionale e siamo lieti che il Sig. Hardiman stia avendo un simile successo con i nostri apparecchi.”

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it