Gli Sharpy ai festeggiamenti  dell'Australia Day

Gli Sharpy ai festeggiamenti dell'Australia Day

Anno

2012

Luogo

Australia

Copyright delle fotografie

markbedson.com

Lighting designer

Paul Collison

Produzione/Rental

Chameleon Touring Systems

Prodotti correlati

data pubblicazione: 11 Aprile 2012

I festeggiamenti dell'Australia Day 2012 hanno visto la realizzazione di uno scintillante profilo urbano nel centro del Darling Port a Sydney, grazie all'impiego di una batteria di Sharpy Clay Paky da parte del production e lighting designer Paul Collison. 

Il 26 gennaio migliaia di spettatori si sono accalcati nella zona del porto di Darling per festeggiare la fondazione dell'insediamento di Port Jackson nel 1788. La festa si è conclusa con uno show fatto di luci, laser, fuoco e acqua che ha raggiunto l'apice con un magnifico spettacolo di fuochi d'artificio. 

"Gli Sharpy sono formidabili," commenta Collison. "Sono piccoli e straordinariamente luminosi, cosa che li rende assolutamente ideali per questo progetto, per più di un motivo."  

Il compito di Collison era quello di creare un piccolo profilo urbano su una chiatta nel centro del porto di Darling. "Abbiamo progettato uno schermo video a forma cilindrica circondato da una serie di torri," spiega "che somigliava a un profilo urbano, soprattutto al buio. Abbiamo sfalsato le altezze a cui erano appesi gli Sharpy dal punto più basso del pavimento della chiatta al punto più alto della torre centrale, alta ben 23 metri, che era spettacolare. Questo ci ha permesso di giocare molto con le differenti altezze. Il progetto non doveva offrire effetti di proiezione, quanto piuttosto giochi luminosi sul piano verticale." 

Collison non sarebbe riuscito a realizzare lo spettacolo con un effetto così sensazionale se non fosse stato per le dimensioni compatte e la leggerezza degli Sharpy. "Non sarebbe stato possibile installare proiettori di grandi dimensioni in cima ad una torre di 23 metri, soprattutto se l'allestimento deve aver luogo su una chiatta nel mezzo di un porto," spiega Collison. "Una cosa è avere visione creativa, un'altra realizzare le idee nella pratica e senza rischi. Le dimensioni e il peso degli Sharpy consentivano allo staff di allestire l’impianto senza rischiare la vita!  Senza contare che gli Sharpy funzionavano in maniera ineccepibile. Mentre i proiettori convenzionali potrebbero generare troppo calore e non funzionare bene, gli Sharpy di Clay Paky sono sempre del tutto affidabili." 

Collison ha anche sottolineato che gli Sharpy offrono un fantastico fascio di luce, paragonabile a quello di un beam classico, ma la possibilità di aumentare lo spessore del fascio e di utilizzarli come spot li rendeva ancora più attraenti. 

“E' grandioso vedere utilizzare gli Sharpy in modo così creativo e nell'ambito di un progetto così celebrativo e prestigioso", afferma Pio Nahum, direttore commerciale di Clay Paky. “Con un consumo di 189W e un peso di appena 16 kg, c'è sempre posto per uno Sharpy in un allestimento di luci. Questi proiettori emettono un fascio di luce estremamente definito, che non lascia aloni e non sfoca ai bordi. Offrono anche una ruota colori intercambiabile con 14 colori fissi e una ruota gobo intercambiabile, con 17 gobo fissi. Questo consente ai designer e agli utilizzatori finali, che lavorano su vari tipi di progetto, di avere la flessibilità creativa di cui hanno bisogno in qualsiasi situazione." 

Produttore esecutivo: Andrew Walsh
Production Designer: Paul Collison (lighting design e contenuti video)
Direttore tecnico: Nick Eltis
Production Manager: Ian Baldwin, Ian Anderson
Service luci: Chameleon Touring Systems

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it