Gli Sharpy illuminano l’Hollydazzle

Gli Sharpy illuminano l’Hollydazzle

Anno

2012

Luogo

Stati Uniti

Lighting designer

Wade Shaner

Produzione/Rental

Three Rivers Entertainment & Production / Main Light Industries

Prodotti correlati

data pubblicazione: 27 Febbraio 2012

Hollydazzle 2011 è stato più abbagliante del solito con i 20 Sharpy di Clay Paky che Three Rivers Entertainment & Production ha scelto per l’evento annuale, diventato uno degli spettacoli di luci e fuochi d'artificio più famosi dell'East Coast.

Hollydazzle si svolge nel periodo delle vacanze natalizie nel Centro di Newport News, Oyster Point, in Virginia. Sponsorizzato dal Dipartimento Parchi, Ricreazione e Turismo di Newport News, l’evento ha attratto 30.000 persone per i festeggiamenti serali che prevedevano uno straordinario spettacolo di fuochi d'artificio e uno sfoggio di luci che facevano da coreografia a vecchie e nuove melodie natalizie.

Gli Sharpy di Clay Paky illuminavano l’albero di Natale a led alto 16 metri che si ergeva in centro, si propagavano sulla fontana di 20.000 metri quadri da cui partivano i fuochi d’artificio e puntavano il loro fascio luminoso al cielo con l’accompagnamento di musiche natalizie e spettacoli pirotecnici mozzafiato.

“In passato usavamo altre luci, ma quest’anno avevamo a disposizione gli Sharpy tramite Main Light Industries di Wilmington, Delaware,” dice Wade Shaner, lighting designer che collabora con Three Rivers Entertainment & Production di Pittsburgh e convocato dallo Show Producer Pyro Tecnico. “Stavamo per utilizzare delle luci molto più grandi ma per fortuna non l’abbiamo fatto. Volevamo un apparecchio con un fascio velocissimo e stretto e Sharpy si è rivelato un ‘faretto’ straordinario.”

Shaner ha posizionato 20 Sharpy in quattro punti, dividendo anche i gruppi in modo che in ogni punto ci fossero cinque luci. I fari erano appoggiati sui moli appena sopra il livello dell'acqua della fontana con i suoi 122 metri di diametro. Su uno dei moli si ergeva l’albero di Natale a led.

“Gli Sharpy sono apparecchi assolutamente fantastici”, dice Shaner. “In alcuni punti si potevano vedere fasci di 200 metri e i fari erano distanti 120 metri uno dall’altro. Gli Sharpy erano luminosi come degli enormi Skytrackers e allo stesso tempo non avevamo tutto quel peso da spostare. Quando abbiamo puntato gli Sharpy sull’albero, quasi non si vedevano le luminarie!”

Shaner è rimasto soprattutto impressionato dall’"incredibile velocità" degli Sharpy: “Erano sorprendenti!” - dice.

Il lighting programmer di Hollydazzle era Kevin Hogan.

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per il Nord e Sud America, aggiunge: ”I nostri Sharpy sono stati utilizzati in un modo che ne metteva in risalto la potenza e la flessibilità. Siamo orgogliosi che il Sig. Shaner sia stato in grado di utilizzarli ottenendo un effetto così sorprendente.”

A.C.T Lighting è distributore di Clay Paky per il Nord America.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it