Gli Sharpy illuminano l'NBA All-Star Game

Gli Sharpy illuminano l'NBA All-Star Game

Anno

2012

Luogo

Stati Uniti

Lighting designer

Otis Howard

Produzione/Rental

Otis Howard Design

Prodotti correlati

data pubblicazione: 23 Aprile 2012

Oggi le Società sportive e i loro fan richiedono Halftime Show sempre più spettacolari [ndr: sono gli spettacoli americani che si tengono nell’intervallo fra un tempo e l’altro degli incontri sportivi] e l'NBA All-Star Game Halftime Show di quest’anno non è stata un'eccezione.  Il lighting designer Otis Howard ha potuto usufruire del prezioso apporto di 30 Sharpy Clay Paky, che hanno reso unica l'immagine di artisti come Pitbull, Chris Brown, Ne-Yo e Nicki Minaj.

"Quando lavori in uno show come questo devi piacere contemporaneamente a NBA, al cliente e agli artisti," dice Howard di Otis Howard Design - St Petersberg, Florida. "Volevano un Halftime Show dinamico - qualcosa che andasse di pari passo con quelli della NFL.  Uno spettacolo come questo presenta sempre la sfida di creare un'immagine grandiosa, e quello del 2012 era il più grande che avessero mai fatto.  Dovevamo affrontare un sacco di fronzoli e orpelli."

Howard aveva già visto gli Sharpy in azione e cercava un'opportunità per usarli.  "Sembravano esattamente lo strumento giusto per quell'applicazione: sono teste mobili molto dinamiche, e noi avevamo bisogno di un apparecchio che fosse piccolo e veloce.  La velocità degli Sharpy è paragonabile a quella di uno scanner - e questa è decisamente un'innovazione."

Inseriti in un contesto un'ampia gamma di luci, inclusi dei laser, gli Sharpy si sono davvero contraddistinti, spiega Howard.  “Rendevano tantissimo.  Sul palco ne avevamo messi 20, che ci hanno permesso di creare tante immagini diverse tra cui l'effetto delle eliche di un elicottero, ottenuto raggruppandoli in grappoli. Abbiamo aggiunto 10 Sharpy sotto un disco in plexiglass.  Non c'è nient'altro che si muova così rapidamente come gli Sharpy!"

dice Howard, "Non userò mai abbastanza la parola 'dinamico' per descrivere questi prodotti.  Sono così compatti, ma allo stesso tempo offrono un'emissione sorprendente - da sballo!"

Per gestire il parco luci è stata usata una consolle grandMA.  Howard lavorava allo spettacolo in collaborazione con il programmatore Mark Butts, e lo definisce "un grande collaboratore."

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per l’America Settentrionale e Latina, aggiunge: “Siamo orgogliosi che i nostri Sharpy facciano parte di un progetto così famoso.  Otis. Howard è un grande designer e lo dimostra nei progetti a cui lavora.  Siamo felici di poter contribuire con le nostre innovazioni."

Il distributore Clay Paky per l’America Settentrionale è A.C.T Lighting.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it