Sharpy Clay Paky: tecnologia del presente alle feste revival anni '90

Sharpy Clay Paky: tecnologia del presente alle feste revival anni '90

Anno

2012

Luogo

Norvegia

Lighting designer

Philip Lindhfelt

Prodotti correlati

data pubblicazione: 2 Luglio 2012

Norvegia – Gli Sharpy di Clay Paky hanno abbagliato le folle di gente accorse da tutta la Norvegia per una serie di concerti kolossal stile "Amiamo gli anni 90". Quest'anno, il gruppo tedesco degli Scooter è stato la principale attrazione, insieme a Haddaway, E-type e ai Vengaboys, pietre miliari degli anni '90.

Il Lighting Designer Philip Lindhfelt ha schierato gli Sharpy sul retro del palcoscenico e li ha usati per illuminare direttamente il pubblico, creando spettacolari effetti a mezz'aria in tipico stile scanner anni '90.

Con le esibizioni nelle affollate arene delle città norvegesi di Stavanger, Bergen, Ålesund e della capitale Oslo, "We love the '90s" ha fatto il tutto esaurito. Lindhfelt aveva già usato gli Sharpy, ma mai in questo modo, come lui stesso spiega: "Li ho usati prevalentemente per creare giochi di luce. La musica di gruppi come gli Scooter è piuttosto innovativa. Mi servivano perciò luci dinamiche. Non solo la velocità e la luminosità degli Sharpy li rendono ideali per un evento come questo, ma mi hanno anche permesso di ricreare, in chiave moderna, l'effetto del vecchio scanner che i Lighting Designer usavano nelle discoteche degli anni '90."

In effetti Lindhfelt ha fatto ampio uso di tutte le caratteristiche degli Sharpy, creando giochi di luce che vanno dall'illuminazione retrò all'illuminazione a giorno moderna, utilizzando ogni tipo di effetti, da quelli a mezz'aria alle proiezioni gobo sul palcoscenico: "Ho usato molto gli Sharpy per ampi effetti a mezz'aria e immagini simil-scanner in chiave retrò, ma anche per gli effetti sul palco. Mi sono reso conto che con il frost e il prisma potevo ottenere proiezioni gobo creative, il che è fantastico."

Lindhfelt, che nel suo show ha usato molti raggi laser di grandi dimensioni, è rimasto colpito dalla luminosità degli Sharpy. "Con così tanti raggi laser, sono rimasto impressionato nel vedere che Sharpy è quasi altrettanto luminoso. E' abbastanza insolito." dice sorridendo. "Il fascio di luce perfettamente uniforme e parallelo come quello di un laser e il rapido movimento pan & tilt di Sharpy sono stati molto apprezzati in questo show."

Il fatto che Sharpy offrisse anche 14 diversi colori e 17 gobo ha permesso a Lindhfelt di variare l'umore, il ritmo e l'atmosfera del concerto, grazie all'uso di una vasta gamma di effetti a mezz'aria e colori spettacolari.

Il tour "We love the 90s" ha fatto il tutto esaurito in tutte le città e i gruppi si sono esibiti davanti a più di 26.000 spettatori nella sola Oslo. Pio Nahum, responsabile commerciale di ClayPaky, afferma: "Siamo lieti, come sempre, di vedere che Sharpy viene utilizzato in maniera così creativa, in modi così diversi e in spettacoli di così grande successo. I gruppi saranno anche stati famosi negli anni '90, ma ovviamente non c'è nessun prodotto degli anni '90 nell'illuminazione!"

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it