CLAY PAKY A PROLIGHT+SOUND 2016

CLAY PAKY A PROLIGHT+SOUND 2016

Anno

2016

Prodotti correlati

data pubblicazione: 31 Marzo 2016

40 Anni di Clay Paky: custodire il passato per celebrare il futuro

Fondata il 28 agosto 1976, Clay Paky celebra al ProLight + Sound i suoi 40 anni di storia: una storia che è anche un viaggio affascinante, costellato da molteplici successi, durante il quale la passione genuina per il mondo dello Show Lighting e dell’Entertainment è stata la Luce Guida costante. Con un forte senso di orgoglio, Clay Paky guarda sempre al futuro, fondendo il prezioso know-how aziendale alle tecnologie più moderne, per garantire un luminoso successo anche negli anni a venire.

Al ProLight+Sound 2016, Clay Paky accoglie i visitatori all’interno del “Clay Paky Universe”, un concept creativo all’interno del quale sono presentate in modo spettacolare le grandi star di questa edizione:

Scenius Profile: Massima versatilità d’uso per un luce d’alta qualità

Scenius Profile è il beam shaper Clay Paky al top di gamma. L’avanzato gruppo ottico e la nuova lampada a scarica OSram da 1400W assicurano una resa luminosa e un CRI estremamente elevati. Il riflettore ottico è stato progettato specificamente per questo prodotto, al fine di rendere la proiezione del fascio perfettamente uniforme su tutta l’apertura. Il Framing-System, orientabile su 90°, è composto da 4 lame indipendenti e sovrapponibili, che disegnano sagome triangolari e quadrangolari di ogni proporzione. Grazie all’ampio zoom 8°-50°, Scenius Profile è perfetto per ogni ambientazione; un moderno sistema di focus tracking concentra la massima efficienza luminosa esattamente sull'effetto che si intende proiettare, e il focus può essere programmato in modo totalmente automatico.

Il sistema CMY, il CTO lineare, 7 colori fissi, 14 gobo (6 rotanti + 8 fissi), prisma rotante, 2 filtri frost lineari, un dimmer molto preciso esaltano le caratteristiche di questo prodotto.

Hepikos: Un Washlight che combina bassi consumi alla qualità del colore

Hepikos è un washlight che accoglie nel suo corpo estremamente compatto tutta la più avanzata tecnologia ottica, meccanica ed elettronica che caratterizza i proiettori motorizzati più professionali. Costruito intorno a una nuova, luminosissima lampada Osram da 700Watt, offre uno zoom 5°-40° che origina alla massima apertura un effetto wash brillante e uniforme.

Il sistema di produzione comprende un color mixing CMY basato sull’inserzione di tre ruote interamente dedicate alla produzione del singolo colore, oltre a due ruote colore con un totale di 16 filtri colore selezionati. Hepikos è anche e soprattutto un proiettore polifunzionale, perché grazie alla lente frontale piano-convessa di Ø 185mm e al suo angolo stretto di 5° è in grado di produrre un effetto beam nitido e corposo, che può essere usato per suggestivi effetti a mezz’aria.

Alcuni dispositivi sono stati studiati specificamente per questo prodotto: un iris meccanico; un prisma rotante a 4 facce intercambiabile; un filtro frost soft-edge. Hepikos è in definitiva un proiettore “ibrido” beam/wash, dove entrambe le funzioni sono esaltate, anziché indebolirsi l’un l’altra. E’ il  perfetto complemento degli effetti beam/spot di Mythos, con il quale condivide la stessa scocca e la stessa temperatura colore della lampada di 7800 K.

SharBar: quando una barra LED si trasforma in un innovativo effetto multi-beam

SharBar è un barra LED motorizzata con 6 LED RGBW Osram Ostar ad alta potenza (30W l’uno), con caratteristiche tali da trasformarla in un innovativo effetto luce multi-beam. Il prodotto è in grado di produrre sei fasci densi e luminosi molto stretti, con un angolo minimo di 2°, che originano dinamici e spettacolari effetti a mezz’aria; può essere altresì utilizzata per creare effetti nitidi in proiezione su una superficie.

Ma c’è una prestazione ancora più sorprendente ! L’ottica a cui è accoppiato ciascuno dei LED è costituita da un sistema motorizzato a doppio specchio, che orienta ciascun fascio di luce in modo indipendente dagli altri, aggiungendo un ulteriore grado di movimento al tilt della barra: ciascuno dei sei fasci di luce può muoversi all’interno di un cono con un’apertura angolare di 60° (+/- 30°). Grazie a questo ingegnoso ed originale dispositivo ottico, l’effetto ottenuto è simile a quello di 6 macchine separate, che possono lavorare indimententemente in modo sincrono o asincrono le une rispetto alle altre.

Un ulteriore grado di libertà creativa nasce dal fatto che ogni LED ha un proprio controllo dedicato per tutti i suoi parametri: colore, intensità a 16 bit e strobo 24 Hz (1-20 flash/sec).  Il colore è generato tramite i canali R+G+B+W e la temperatura colore può essere aggiustata linearmente da 8000K a 2500 K grazie a un canale dedicato CTO

Trasforma lo spazio urbano in uno spettacolo di luce

L’abbellimento del paesaggio urbano è un fenomeno globale che coinvolge sempre più professionisti dell’illuminazione, e trova spesso l’appoggio delle amministrazioni, che vi individuano un modo per abbellire le proprie città e rinforzare il rapporto con i propri cittadini. Clay Paky arricchisce la propria offerta con una linea di proiettori per l’illuminazione architetturale, con l’idea di un progressivo ampliamento nell’immediato futuro.

In questa linea, che beneficia di un catalogo a sé, sono racchiuse le differenti e poliedriche anime della Clay Paky: il proiettore di effetti per l’architainment (Spherilight), il cambia colori portatile a batteria per le installazioni temporanee (ClowUp), il proiettore flood e la barra LED lineare. Questi due ultimi sono prodotti architetturali “puri”: pensati per gli architetti sulla base delle loro richieste e delle loro esigenze, sono offerti in una gamma di oltre 30 modelli. Disponibili in due versioni principali - flood e lineari - con ottiche da 15°, 25°, 45° e configurazioni RGBW, Tunable White e total White; Inoltre, essi possono essere ulteriormente personalizzati in termini di dimensioni e finiture.

 

 

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it