Clay Paky con i Maroon 5

Clay Paky con i Maroon 5

Anno

2014

Luogo

Regno Unito

Lighting designer

Eric Wade

Produzione/Rental

Neg Earth

Prodotti correlati

data pubblicazione: 3 Febbraio 2014

REGNO UNITO - I Maroon 5 stanno sicuramente vivendo il loro momento di massimo splendore.  E ne sono consapevoli: le loro performance dal vivo emanano grande sicurezza nei propri mezzi.  A gennaio hanno fatto tappa nel Regno Unito ed in Europa per completare la loro tabella di marcia, interrotta dagli impegni televisivi di Adam Levin, che ha partecipato alla versione americana di The Voice. Per così pochi spettacoli un altro gruppo avrebbe optato per una versione ridotta della produzione...  Ma non i Maroon 5.  Il progetto per il palco, lo spettacolo laser e il video e lighting design di Eric Wade, veterano del settore tanto apprezzato da Usher, Mariah Carey ed Eric Clapton, hanno spazzato via tutta l’atmosfera cupa di gennaio.

Descritto dal London Evening Standard come "uno spettacolo così brillante da poter illuminare perfino il lato oscuro della luna", il design di Wade non ha dato adito ad alcun compromesso.   Per essere all'altezza dei contenuti video, il rig delle luci doveva tener testa anche a tre degli "schermi a più alta definizione che il sottoscritto avesse mai visto all'O2".

"Ho usato moltissime luci Clay Paky per questo show",
ha detto Wave, "probabilmente più di quante ne abbia mai impiegate.  C'erano gli Sharpy, gli Alpha Profile 1500, gli Alpha Wash 1500 e gli Sharpy Wash. Adoro l'Alpha Wash, che ho richiesto espressamente al momento di allestire il rig perché è il prodotto in assoluto migliore sul mercato.  E' un proiettore fantastico, e lo stesso vale per gli Sharpy Wash. Ho sostituito diverse buone luci con un numero molto inferiore di Wash."

"Con livelli di illuminazione così intensi sul palco e l'integrazione nello show di filmati dal vivo, avevo bisogno di una luce chiave che sapesse farsi valere.  Gli Alpha Profile non solo sono riusciti nell'intento, ma hanno fatto molto di più. Se un'azienda di noleggio non li avesse in stock, insisterei affinché sopperisse alla mancanza, ma l'acquisto di un semplice sostituto non sarebbe accettabile."
Per Wade le luci Clay Paky sono state una vera rivelazione: "Ammetto di non essere mai stato un grande utilizzatore di Clay Paky", ha detto. "Ho sempre lavorato con altri produttori ma devo confessare che ormai mi sono 'totalmente convertito'".

"La combinazione di luci di altissima qualità e la fantastica troupe di Neg Earth hanno reso questo tour una vera esplosione di gioia",
continua Wade. "Ho avuto pochissimo tempo per progettare lo show anche se mi sono potuto occupare della programmazione nel mio ufficio del New Jersey.  La mia console preferita è la grandMA2: è l'unico desk che userei.  Ne ho una mia personale a casa, probabilmente una delle prime vendute negli States, il che la dice lunga sul suo valore. Sono convinto che rimarrà senza rivali ancora per molti anni a venire. La sua semplicità e la capacità di ottenere qualsiasi effetto tu voglia fanno davvero la differenza. Nessun'altra le si avvicina, nemmeno lontanamente".

"Sono arrivato a Londra nel bel mezzo delle tempeste invernali e con i bagagli dispersi.  Le cose non erano iniziate nel migliore dei modi, ma, appena avviate le prove, ho capito che potevo rilassarmi.  I ragazzi di Neg Earth sono stati fantastici: per loro nessun problema era insormontabile. E quando ho scoperto che Ambersphere Solutions, il fornitore di Clay Paky e MA, era appena dietro l'angolo, ho chiesto che mi lasciassero dare una sbirciatina al nuovo B-EYE.  Molto gentilmente, sono venuti alle prove ed hanno allestito una dimostrazione per me. Che dire! Il B-EYE è davvero sorprendente come lo descrivono! Non vedo l'ora di poterlo utilizzare nel mio rig!"

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it