Clay Paky domina le scene del festival di musica elettronica Nocturnal Wonderland

Clay Paky domina le scene del festival di musica elettronica Nocturnal Wonderland

Anno

2016

Luogo

Nord America

Copyright delle fotografie

Karen Loria

Lighting designer

Stephen Lieberman

Produzione/Rental

AG Light and Sound and Felix Lighting

Prodotti correlati

data pubblicazione: 17 Settembre 2016

USA – Anche quest'anno il Nocturnal Wonderland, il più longevo festival di musica elettronica del Nord America, ha conquistato il pubblico della notte. L’evento, giunto alla sua ventunesima edizione e tenutosi a settembre, è stato organizzato dal celebre tour promoter americano Insomniac e dal suo fondatore Pasquale Rotella. Stephen Lieberman, lighting designer della SJ Lighting, Inc., società californiana con sede nel Westlake Village, ha scelto per l’illuminazione dei diversi palchi le luci Mythos e Sharpy di Clay Paky.

Il Nocturnal Wonderland si è svolto dal 2 al 4 settembre nello scenario suggestivo dell’Anfiteatro San Manuel, situato sulle colline del parco regionale di Glen Helen, nella città di San Bernardino, in California. “Ogni palco presentava esigenze differenti, dettate da una serie di fattori come il genere musicale, la location, la struttura e le specifiche tecniche volute da ciascun artista” ha commentato Lieberman. “In questo senso un aspetto critico dell’organizzazione è stato quello di creare ogni volta un set up che potesse rispondere a ciascuna di queste esigenze. Dal punto di vista illuminotecnico, era essenziale assicurare un’illuminazione adeguata sia al palco nel suo insieme, sia all’artista seguito nella sua performance, garantendo al contempo a ciascuno stage una connotazione distintiva. Tutto questo andava inserito nel tema scenico protagonista dell’ultima edizione, ossia i raggi ultravioletti; per questo abbiamo installato su ciascun palco e su ogni punto strategico del festival centinaia di proiettori UV con colorazioni UV".

Il “Wolves’ Den”, il grande palco principale del festival dal forte effetto scenografico, è stato pensato per “sopraffare” letteralmente il pubblico. “Un vero e proprio monolite: gli spettatori hanno avuto la vivida sensazione di trovarsi alle pendici di una montagna” ha detto Lieberman, che ha impiegato 50 Mythos e 76 Sharpy Clay Paky per accrescere al massimo l’effetto di ampiezza.

Quattro Sharpy Wash sono stati installati per il “Sunken Garden”. Questo palco è stato ideato per creare nel pubblico una sensazione che Lieberman definisce “più underground, più dark, più malinconica”. Per realizzare un’atmosfera tipicamente da nightclub, ha anche installato al centro la più grande sfera a specchi del Nord America: “dal momento che per questo palco non era prevista la proiezione di video, la sfida era quella di creare un’atmosfera da club vecchio stile”.

Il nuovo palco “360º Labyrinth” è stato invece costruito in bamboo. “Qui l’esigenza era quella di ospitare sia artisti per performance live, sia dj impegnati nei loro set” ha spiegato Lieberman. “Dopo aver realizzato gli elementi scenici ci siamo dedicati alla progettazione del palco, con l’intento di creare un fortissimo impatto sul pubblico. Del resto, trattandosi di eventi di musica dance, la partecipazione attiva dell’audience costituisce un aspetto indispensabile, strettamente legato agli effetti luce e ai visual utilizzati”.

Il palco “Temple Noctem”, dedicato a un genere musicale più hard, è invece stato caratterizzato da “uno stile di grande impatto grazie all’impiego di luci mobili, strobi e video. Questo genere musicale è davvero di nicchia, rappresenta una sottocultura nella sottocultura.”

Lieberman ha definito i proiettori Clay Paky come “l’apice della catena alimentare, la Ferrari dell’illuminotecnica”.

“Le luci Mythos sono state impiegate come unità profile principale: dispongono di uno zoom eccezionale, di ottiche tra le migliori sul mercato, di un fantastico set di gobos e il tutto funziona alla perfezione quando si illumina il pubblico con fitte texture di luce. I proiettori Sharpy, dal canto loro, costituiscono gli assi portanti dell’industria illuminotecnica. Lo dico con sincerità: le incredibili caratterizzazioni dei diversi palchi sono state possibili in larga parte grazie ai fasci di beam davvero intensi creati con gli Sharpy”.

Lieberman ha sottolineato come i proiettori Clay Paky abbiano realizzato perfomance “straordinarie” nonostante le condizioni meteorologiche “roventi” che hanno imperversato a San Bernardino durante tutto il weekend. “Non sentirete mai una lamentala da parte mia quando posso lavorare con le luci Clay Paky. E come me, del resto, anche gli artisti e i Dj che si sono avvicendati sui diversi palchi le hanno davvero apprezzate".

I proiettori Clay Paky sono stati forniti da AG Light and Sound and Felix Lighting. A.C.T Lighting is the exclusive North American distributor for Clay Paky.

A.C.T Lighting è il distributore esclusivo di Clay Paky per il Nord America.

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per il Nord e il Sud America, ha concluso: “da diversi anni collaboriamo strettamente con Lieberman e siamo davvero lieti di poterlo supportare nel suo straordinario lavoro, di cui il festival Nocturnal Wonderland è un esempio di enorme valore!”

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it