Clay Paky grande protagonista a Campo Volo con Ligabue

Clay Paky grande protagonista a Campo Volo con Ligabue

Anno

2015

Luogo

Italia

Copyright delle fotografie

Jarno Jotti

Lighting designer

Jo Campana

Produzione/Rental

Agorà Service

Prodotti correlati

data pubblicazione: 6 Novembre 2015

ITALIA - Clay Paky grande protagonista con il Lighting Designer Jo Campana a Campovolo 2015, una festa musicale di tre ore e mezza organizzata per i 25 anni di carriera del "Liga" con 150.000 biglietti venduti e un incasso, record italiano assoluto, che ha superato i 7 milioni di euro. 

Quest'anno, le priorità sulle quali la produzione si è concentrata, sono state due: garantire a tutto il pubblico, anche agli spettatori fisicamente più distanti, un altissimo livello di visibilità e di ascolto del concerto, priorità che si sono tradotte nell'installazione di un impianto audio imponente e nello sviluppo di una architettura scenica curvilinea di dimensioni impressionanti, caratterizzata dall'installazione di un ledwall grandioso (800mq, 15mm pitch).

Poiché, racconta Jo Campana, "volevamo che ognuno dei presenti, potesse vivere l'evento come se fosse lì, in prima fila" oltre ai contenuti dedicati ai brani musicali, "sul mega ledwall è stato dato ampio spazio alle immagini live, spesso con un segnale unico a tutto schermo".

L'impianto luci è stato concepito, sviluppato e realizzato a partire dalla totale simbiosi progettuale e creativa tra proiezioni luci e video a supporto dei tre diversi set musicali previsti per il concerto. Simbiosi che, a partire dalla presenza del ledwall, ha vincolato il posizionamento dei proiettori e tuttavia ha suggerito l'adozione di particolari soluzioni tecniche come la presenza di motori a velocità variabile per movimentare le truss collocate sotto la copertura del palco.

A queste truss Jo Campana ha sospeso e agganciato 100 Sharpy: "ho optato per i proiettori Clay Paky per il loro peso molto contenuto e per la loro velocità di movimento. Per garantirmi rapidità di esecuzione e conferire la massima dinamicità possibile all'intero set.

Un'altra cospicua batteria di 120 Sharpy è stata sistemata sulle calandre esterne con l'aggiunta di 60 Alpha Beam 1500 a rinforzo del parco luci esterno dedicato esclusivamente ai disegni 'look' e all'illuminazione del pubblico.“E’ mia abitudine richiedere poche tipologie di proiettori ma tutti con spiccate caratteristiche di tracciabilità e di punchy-effect".

I tempi dedicati alla programmazione luci sono sempre molto stretti ed è necessario attrezzarsi di strumenti e proiettori che garantiscano sempre la massima affidabilità. Decisamente diversi i tempi, in fase di preproduzione, dedicati alla realizzazione, renderizzazione ed esportazione dei contenuti video (processo condiviso in prima persona con Luciano e Claudio Maioli).

Sul versante controlli sono state impiegate 2 GrandMA2 Light (1 main + 1 backup ) governate da Jo Campana per la gestione dei corpi illuminanti e 2 GrandMA2 Light (1 main + 1 backup) controllate da Made De Nardi per la messa in onda dei contenuti video in SMPTE.

Le aziende coinvolte nella produzione di questo evento sono diverse, RCF per l'audio, STS Communication per il video, CME fornitore dei gruppi elettronici per tutta l'area, la Stage Company La Diligenza, Electra Service per le movimentazioni truss. Per l'impianto luci, la rental company è Agorà Service che anche in questa occasione ha garantito la consueta efficienza tecnica unita ad un’alta professionalità di tutta la crew.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it