Clay Paky illumina gli Intel Extreme Masters

Clay Paky illumina gli Intel Extreme Masters

Anno

2015

Luogo

Polonia

Copyright delle fotografie

ESL

Lighting designer

Adam Tyszka

Prodotti correlati

Collegamenti esterni

data pubblicazione: 11 Giugno 2015

POLONIA - La società polacca ARAM è stata incaricata del design e della produzione tecnica del più grande evento mondiale riservato ai giochi elettronici, la nona edizione dell'Intel Extreme Masters World Championship, e per la prima volta in assoluto i Mythos di Clay Paky hanno avuto un ruolo sostanziale nell'illuminazione di questo game show.

L'evento si è tenuto a Katowice per il secondo anno di fila, ma in questa occasione è stato suddiviso in due sedi: la Spodek Arena e l'International Convention Centre di recente realizzazione. La manifestazione ha infranto tutti i record di audience e di visitatori. Le cifre ufficiali saranno diffuse a breve, ma si parla già di più di centomila presenze e di milioni di persone che hanno seguito i giochi on-line.

ARAM ha avuto l'onore di ideare e allestire l'evento spalmato su quattro giorni, e ne ha gestito la produzione, tutta la logistica, la supervisione e la realizzazione.
La società vanta diversi anni di esperienza e successi nella produzione di eventi "dal design alla realizzazione" e offre soluzioni complete e assistenza tecnica in loco per illuminazione, multimedia, design e suono.

"Il nostro lavoro è iniziato parecchi mesi prima della manifestazione," ha dichiarato Michael Mrzygłocki, CEO di ARAM. "A noi è stata affidata la progettazione dei vari set per i tre palcoscenici." Il designer ha lavorato a stretto contatto sia con i clienti che con gli addetti al rig, compreso fra gli altri Jack Van Daniels.

Il risultato è stato un totale di tre set (un palcoscenico largo 60 metri di grande effetto nella Spodek Arena e due più contenuti di 12 e 15 metri) e strutture per più di venti stand espositivi nell'International Convention Centre. Il numero delle varie installazioni che ARAM ha dovuto gestire e l'enorme quantità di attrezzatura che è giunta su sedici autocarri hanno reso gli Intel Extreme Masters di quest'anno una sfida logistica immensa, che però alla fine si è rivelata un formidabile successo.

L'installazione del palco principale ha richiesto oltre mille metri di truss e innumerevoli elementi di vario genere, oltre a più di quattrocento apparecchi a LED, compresi washlight, strip e altre luci. Quasi settanta tipi diversi di proiettori sono stati impiegati sui due palchi più piccoli, compresi gli Sharpy di Clay Paky.

Il design del palco principale nella Spodek Arena si è basato su un sistema Layher, illuminato con teste mobili e led. I proiettori comprendevano Mythos Clay Paky, Sharpy Clay Paky, Sharpy Wash Clay Paky, Alpha Spot QWO 800 versione ST Clay Paky.

Tutto il sistema è stato gestito da una GrandMA2 e l'intero show è stato programmato e realizzato da Wojtek "Koper" Koperski, che ha lavorato per il secondo anno consecutivo a questa produzione semplicemente magica.

L'attrezzatura multimedia era composta da due megaschermi di 15 x 9 metri e due proiettori Barco interconnessi, che sono stati impiegati per proiettare immagini con un flusso luminoso pari a circa 50000 ANSI lumen. Sul palco principale sono stati utilizzati in totale quasi 220 metri quadrati di Fourlight LED Grid, Curve 8, FlexLED e LED screen. Inoltre, le linee orizzontali sulle scale e nella parte centrale delle video strip hanno richiesto 300 metri di Hi-Strip.

Prolight (www.prolight.com.pl) è il distributore Clay Paky in Polonia.


TEAM
Lighting & Set Designer: Adam Tyszka
Production director: Michal Mrzyglocki
Production cooridantor: Maciej Paruzel
Ma2 operator: Wojtek Koperski
Media servers: Pawel Pawelec

 

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it