Clay Paky illumina il Jugend forscht, la più grande competizione giovanile europea nel ramo delle scienze naturali e della tecnica

Clay Paky illumina il Jugend forscht, la più grande competizione giovanile europea nel ramo delle scienze naturali e della tecnica

Anno

2016

Luogo

Germania

Copyright delle fotografie

Marcus Krömer

Lighting designer

Marcus Krömer

Produzione/Rental

Jansen Lichttechnik

Prodotti correlati

data pubblicazione: 16 Agosto 2016

GERMANIA - Jugend forscht è la più grande competizione giovanile europea nel ramo delle scienze naturali e della tecnica. Il concorso è stato inaugurato dall’allora redattore capo di Stern, Henri Nannen, nel lontano 1965. Ogni anno, oltre ai  concorsi regionali e dei singoli Land, si disputa il concorso nazionale,  il clou della manifestazione,  a cui partecipano giovani ricercatori e ricercatrici, che hanno vinto uno dei primi premi nella competizione regionale. Durante la finale, i migliori si misurano nei sette rami di competenza stabiliti da Jugend forscht. Quest’anno i rappresentanti erano 51. Il concorso è stato diretto dalla fondazione Jugend forscht e.V. insieme all’Heinz Nixdorf MuseumsForum di Paderborn.

La ditta Jansen Lichttechnik di Paderborn si è occupata dell’installazione del rig e delle luci nello Schützenhof di Paderborn, la location che ha ospitato le premiazioni. Ha fornito, tra gli altri, 20 Sharpy Wash 330, 16 A.leda Wash K10, 8 Alpha Spot 800 QWO e 6 A.leda B-EYE K10 di Clay Paky e i prodotti dot2.

Marcus Krömer, lighting designer e operatore in loco, si è detto convinto dei dot2: “In particolare mi ha colpito la facilità della configurazione di rete e la variabilità che si ottiene con i diversi wing. In totale abbiamo gestito circa sette universi DMX con il desk.”

Il direttore di produzione video, Herbert Löser (AFV Medienproduktion Weihrauch), prosegue così: “Per l’evento abbiamo realizzato immagini live/registrazione e il live streaming online in HD. Gli A.leda di Clay Paky sono stati un’assoluta certezza per l’illuminazione del palco e ci hanno garantito una trasmissione live eccezionale. Al contempo l’illuminazione dello sfondo ha permesso di creare immagini cariche di pathos.”

Direttore tecnico: Nils Weber, direttore rig Juri Zitzer, entrambi di Jansen Lichttechnik. Live-Cutter era Markus Fuest (AFV Medienproduktion Weihrauch).

Foto: © Marcus Krömer

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it