Clay Paky illumina il palco del Vasco Live Kom 013

Clay Paky illumina il palco del Vasco Live Kom 013

Anno

2013

Luogo

Italia

Lighting designer

Giovanni Pinna

Produzione/Rental

Limelite

Prodotti correlati

data pubblicazione: 3 Agosto 2013

C’era da finire un lavoro: il tour del 2011 interrotto dalla rockstar emiliana per problemi di salute. Sette concerti in due grandi stadi – 4 a Torino e 3 a Bologna –  tutti sold out, a sottolineare ancora una volta come il mito di Vasco Rossi non sia stato affatto appannato dalle ultime vicissitudini.

Un Vasco in grande forma su un palco bellissimo, tanto da far affermare Roberto De Luca, produttore del tour per Live Nation Italia: “Questi sono forse i concerti più entusiasmanti da quando lavoro insieme a Vasco, cioè da ben 17 anni”. Il palco è stato progettato da Giò Forma, prendendo spunto dalla forma triangolare del logo storico di Vasco, intorno alla quale è stato sviluppato anche il disegno luci dal lighting designer Giovanni Pinna.

Massiccia la presenza di prodotti Clay Paky all’interno del parco luci, con ben 40 Alpha Spot HPE 1500, 20 Alpha Profile 1500 , 20 Alpha Beam 1500 , 18 Shotlight Wash.

Immancabili inoltre gli Sharpy, con ben 54 pezzi. Dice Giovanni Pinna: “Ho cercato di utilizzare questi eccezionali proiettori in maniera inusuale, non tanto come dei beam, ma più come luci scenografiche. Gli Sharpy sono ad esempio ottimi usati sulla band, per far dei disegni, oppure in maniera molto statica ma con tanti gobo. Certamente i prodotti Clay Paky costituiscono l’ossatura di questo disegno luci”.

Giovanni Pinna opera nel mondo live dal lontano 1986, quando esordì nel tour di Ramazzotti come aiuto luci: da quel giorno è stato un continuo crescendo di popolarità tra gli operatori del settore, che l’ha portato a lavorare in qualità di lighting designer con Vasco – già nel 1993 – e a seguire con Laura Pausini, Adriano Celentano, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Fabrizio de André, Elio e le Storie Tese, Negrita, Patty Pravo, Mango, Antonello Venditti, Gianluca Grignani, Irene Grandi: insomma, tutti i più grandi nomi della musica italiana hanno potuto beneficiare del suo “marchio di fabbrica” artistico.

Per non parlare degli innumerevoli eventi e festival, grandi convention, programmi e spettacoli TV, tutti i principali stilisti di moda; Giovanni Pinna è professionista a tutto tondo, essendosi occupato spesso anche della produzione e dell’organizzazione di alcuni spettacoli, collaborando con il Politecnico di Milano per l’organizzazione di corsi speciali per lighting designer.

“In un concerto come questo, particolarmente atteso e “caldo”, è molto importante coinvolgere il pubblico”
– continua Pinna – “L’illuminazione ha giocato un ruolo fondamentale: ho sfruttato speciali pod, formati da un’americana da 1 metro e da due tubi da 2 metri, ciascuno dei quali monta un Alpha Beam 1500 Clay Paky e quattro Molefay. Questi particolari elementi si trovano molto in alto, a 25 metri, così si distinguono molto dal resto del disegno e posso usarli spesso. Vasco tiene tantissimo all’illuminazione del suo pubblico, così posso assecondarlo in maniera spettacolare”.

Il ritorno di Vasco sul palco è stato definito da pubblico e critica un grande successo sotto ogni punto di vista: ben valeva l’impiego dei professionisti più qualificati e la scelta di materiali per l’illuminazione di prima classe, come Clay Paky sa garantire, dal 1976 a oggi.

Il parco luci è stato fornito da Limelite.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it