Clay Paky illumina il più maestoso spettacolo Cinéscénie

Clay Paky illumina il più maestoso spettacolo Cinéscénie

Anno

2013

Luogo

Francia

Copyright delle fotografie

Leslie Artamonow

Lighting designer

Koert Vermeulen

Prodotti correlati

data pubblicazione: 19 Dicembre 2013

FRANCIA – Il Puy du Fou non poteva che affidarsi alle luci di Clay Paky per illuminare il suo fiore all'occhiello, il Cinéscénie. Il rinomato lighting designer, Koert Vermeulen, ha utilizzato gli Alpha Beam 1500 e gli Sharpy Clay Paky per creare il sensazionale spettacolo di luci messo in scena per mesi.

Per festeggiare i 25 anni dello storico parco a tema, aperto nel 1989 nel cuore della Vendea, nell'ovest della Francia, Cinéscénie ha realizzato una serie di produzioni dal vivo.

Questa estate lo spettacolo, che dura un'ora e 40 minuti, ha registrato oltre 10 milioni di spettatori, confermandosi come uno dei più imponenti show notturni al mondo. Lo show, messo in scena ogni venerdì e sabato, si è avvalso di 1.200 attori, 300 animali, 24.000 costumi, 1.000 fuochi d'artificio, 3.000 proiettori e ben 23 ettari di palco!

Il Puy du Fou richiedeva un rinnovamento completo dell'approccio luminoso. Vermeulen ha lavorato con Pavla Beranova, Jean Jacques Deneumoustier e Jimmy Stas del team di progetto di ACT Lighting Design e Damien Botton del team tecnico del Puy du Fou. Insieme hanno progettato un concept che incorporasse sia luci standard sia luci ad hoc.

I proiettori sono stati posizionati su tutta la zona e sono state impiegate complesse tecniche di programmazione per controllare le luci e armonizzarle agli altri aspetti dello show.

“Gli Alpha 1500 e gli Sharpy Clay Paky, insieme ad altre tecniche ed effetti su misura, ci hanno permesso di creare uno spettacolo luminoso di forte impatto,"
ha detto Vermeulen. "Abbiamo scolpito lo spazio nell'oscurità utilizzando il fascio stretto degli Alpha 1500 come luce chiave laterale insieme a una luce frontale molto colorata e una luce a terra apposita con LED RGBW. Inoltre abbiamo dato un forte impatto architettonico con l'illuminazione posteriore degli Sharpy a grappolo.

"Con queste robuste tecnologie siamo stati in grado di riprodurre in modo verosimile dimensioni, volume e profondità di ogni scena principale. Allo stesso tempo abbiamo ottenuto nuovi effetti drammatici in termini di cambio colore e posizionamento e numerose altre atmosfere che hanno messo in risalto determinate scene."

In ogni caso l'approccio luminoso non mirava solo a creare una performance indimenticabile, ma doveva anche andare incontro alle esigenze ambientali dell'organizzatore, spiega Vermeulen: "Il nuovo concept creativo d'illuminazione si basava su livelli di luce, sviluppati scrupolosamente e specificamente su ciascun tema dello spettacolo. Abbiamo messo in risalto alcune performance artistiche per dare un impatto visivo sensazionale a tutta la location. Allo stesso tempo abbiamo affrontato con successo la sfida di mantenere consumi energetici molto bassi."


Sia gli Alpha 1500 che gli Sharpy offrono una resa molto elevata con bassi consumi. Non va dimenticato che si tratta di luci molto affidabili e robuste che possono adattarsi a diversi ambienti.

In particolare, lo Sharpy, anche se con una potenza di soli 189W, offre una luminosità senza pari, raggiungibile altrimenti con wattaggi molto superiori. Inoltre, lo Sharpy è molto leggero ed ha un ingombro ridotto, il che gli permette di adattarsi quasi ovunque, senza problemi di spazio. Lo Sharpy offre 14 colori diversi e 17 gobo e può produrre un fascio di luce perfettamente parallelo e simile ad un laser, che ha permesso a Vermeulen di creare una serie di spettacolari effetti a mezz'aria.

Ogni settimana l'area spettatori era gremita di gente incantata di fronte a questo spettacolo unico e sbalorditivo. Le recensioni online sono state entusiastiche. Anche il feedback dei clienti è stato estremamente positivo. Philippe de Villers, fondatore del Puy dy Fou, ha così commentato: "Koert e il suo team hanno realizzato un progetto luminoso innovativo che ha trasformato il Puy du Fou in un dipinto impressionista vivente. Koert, supportato da 3.200 volontari appassionati, è riuscito a raccontare una storia eroica, sorprendendo ed emozionando il pubblico ad ogni messa in scena”.

Puy du Fou ha acquistato le luci Clay Paky da Clay Paky France.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it