Clay Paky illumina il Samsung Galaxy S4 World Tour

Clay Paky illumina il Samsung Galaxy S4 World Tour

Anno

2013

Luogo

Sudafrica

Lighting designer

Renaldo Van De Berg

Produzione/Rental

AV Unlimited (AVU)

Prodotti correlati

Collegamenti esterni

data pubblicazione: 31 Agosto 2013

SUD AFRICA - Una delle tappe del Samsung Galaxy S4 World Tour prevedeva il recente lancio del Galaxy S4 sul mercato Sudafricano al Sandton Convention Centre di Johannesburg con la presenza di ben 2.000 ospiti.

L'elaborato evento, che Clay Paky ha contribuito ad illuminare con i suoi Alpha Spot e Sharpy, era diviso in due parti: una conferenza formale seguita da uno spettacolare party a sorpresa con intrattenimenti di tutti i generi, dalle evoluzioni aeree, alle ballerine in tutu di led, fino a famosi DJ. L'illuminazione era mozzafiato.

E' stato il più grande evento a cui Victor Vermaak di AV Unlimited (AVU) avesse lavorato come Production Manager. Ed è stato anche il momento più importante della sua carriera. La fornitura di tutta l'attrezzatura tecnica è stata commissionata a AVU.

La maggior sfida per Vermaak e Garrith Castelyn (creativo e designer di AVU) era quella di elaborare un progetto che si adattasse al budget senza perdere di vista l'essenza dell'idea lanciata.  Appena due settimane prima dell'evento, AVU ha ricevuto il via libera dal suo cliente Mela Events per procedere con il progetto completo. "In verità, sapevo sin dal primo momento in cui avevo trasmesso i budget previsti, che lo show sarebbe stato sorprendente," ha affermato Vermaak

"Quando hanno firmato e il Lighting Designer ufficiale di AVU, Renaldo Van De Berg, ha preparato la sua lista da mille e una notte delle luci che voleva, ho avuto la certezza che non poteva che essere un successo."

La sala Pavillion del Sandton Convention Centre era stata strategicamente divisa in due zone dedicate. Infatti, mentre gli ospiti partecipavano alla conferenza e alla presentazione del nuovo smartphone, non avevano la più pallida idea che dopo il lancio si sarebbe alzato un sipario su un binario elettronico di 35m e che sarebbero stati fiondati in un mondo di colori, musica ed effetti.

"Per l'allestimento avevamo a disposizione la domenica 21 aprile",
spiega Vermaak. "C'erano cinque impiantisti. Tutto l'allestimento e i truss erano sospesi." Il kit era stato preparato e allestito tra lunedì e martedì; le prove sono state effettuate nelle giornate di mercoledì e giovedì. L'evento ufficiale si è svolto il giovedì sera.

Area Conferenza
L'area della conferenza era isolata da pareti divisorie. Volendo creare un'atmosfera intima, Mela Events ha aggiunto un soffitto fatto di un reticolo a nido d'ape fornito da Afresh, l'azienda contattata per le decorazioni. Rappresentava anche una versatile superficie su cui potevano essere proiettate le luci. La disposizione dei posti a sedere stile sala cinematografica permetteva di vedere le presentazioni proiettate su un enorme schermo da 34m, esaltate dalla musica di sottofondo di musicisti che suonavano da entrambi i lati del palco (lungo quanto lo schermo). Johnny Scholtz, Feelancer Lighting Operator, ha utilizzato colori morbidi e un Avolites Tiger Touch per creare un'atmosfera aziendale pulita.

Area Intrattenimento/Party
Con la semplice pressione di un tasto, il sipario ha rivelato l'area dei festeggiamenti.

"La parte più bella dell'intero evento era l'allestimento e vedere che tutto si realizzava come avevamo programmato", ha dichiarato Renaldo van der Berg. Per questo evento, aveva scelto luci ben precise, tra cui Clay Paky. In particolare l'attenzione di van der Berg era stata catturata dagli Alpha Spot di Clay Paky: ne adorava la luminosità, le funzioni e i gobo.

Al centro della sala la cabina DJ ospitava DJ della portata di Fresh, Euphonic, Roger Goode e DJ Luis, che suonavano per un’affollata pista da ballo tutt'intorno. L'illuminazione doveva assolutamente essere potente.  Lo spettacolo prevedeva esibizioni aeree, ballerini e artisti che utilizzavano cannoni che sparavano CO²  sul pubblico. Il rig era simmetrico e spesso mentre due artisti si esibivano simultaneamente su ogni lato, ciascuno di loro era illuminato in modo del tutto unico e speciale.

Alla fine della giornata, l'accurato progetto ha dimostrato che il Production Manager Victor Vermaak aveva fatto strike.  "Sei bravo quanto il team che scegli", ha dichiarato. "Tutto era stato talmente ben pianificato ed eseguito, che quasi mi sentivo il terzo incomodo. Ognuno di loro sapeva perfettamente cosa fare e lo faceva perfettamente".

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it