Clay Paky illumina le sfumature di Pintus

Clay Paky illumina le sfumature di Pintus

Anno

2016

Luogo

Italia

Lighting designer

Gianluca Brunelli

Prodotti correlati

data pubblicazione: 27 Gennaio 2016

ITALIA - Con orgoglio il comico triestino ha ricordato le date di Bergamo della sua tournée, sempre con il teatro tutto esaurito. Intorno a lui, sul palco piccoli grandi protagonisti i proiettori Sharpy di Clay Paky.

Lo show, condito dalla comicità semplice e genuina di Pintus e dalle sue capacità musicali e d’imitatore che deliziano il pubblico, mescola ricordi d’infanzia, racconti di vita vissuta, riflessioni sulla televisione e i suoi personaggi e grandi cliché del cabaret come le donne al volante, il conflitto generazionale o la guerra fra i sessi.

L’allestimento finale dello scorso anno al Forum di Assago, che per dimensioni è stato un evento speciale, a sé, rispetto al Tour, ha decretato l’inizio della collaborazione tecnica di Leader Sound con la produzione di Angelo Pintus.

Sulla base di idee e progetti già avviati, il lighting designer Gianluca Brunelli ha confermato il set up luci disposto per le oltre 60 date del Tour nei teatri e quello previsto al Forum.

L’inserimento di alcuni proiettori Sharpy appoggiati sul palco, è stata una scelta prevista e condivisa dal LD: “Andavano sistemati in scena, di taglio, in posizione fissa per gran parte dello spettacolo e fino alle scene in cui Pintus descrive dei cambi di situazione, in genere si tratta di situazioni comiche”.

Trattandosi di uno spettacolo di cabaret, l’illuminazione è prevalentemente priva di effetti e di movimenti continui. In ogni caso, serve per creare un contrappunto, insieme ai contributi musicali, ai cambi di ritmo o dei personaggi, di contenuti e intenzioni, che intervengono nel racconto.   

Le date del Tour previste all’aperto, nelle piazze, hanno messo in evidenza l’esigenza di utilizzare proiettori affidabili e potenti per salvaguardare e restituire cambi ed effetti luminosi anche in condizioni di luce critiche, e per garantire allestimenti veloci e sicuri.

Gli Sharpy sul palco e una americana frontale rappresentavano l’allestimento luci di base. Una americana di controluce, è stata aggiunta solo nelle situazioni più critiche. E in occasione dell’evento sold out del Forum di Assago che ha richiesto un numero di proiettori ben maggiore: 38 proiettori Sharpy di cui 26 distribuiti tra palco e americana di controluce, 3 a sinistra e 3 a destra al di sopra del ledwall, altri 6 sopra in prima americana frontale per le classiche spazzolate in cielo e sul pubblico in sala.

Altri 12 proiettori Alpha Spot HPE 1500 erano distribuiti sull’americana di controluce insieme agli Sharpy.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it