Estate 2015, Clay Paky a teatro con Sal Da Vinci

Estate 2015, Clay Paky a teatro con Sal Da Vinci

Anno

2015

Luogo

Italia

Lighting designer

Francesco Adinolfi

Produzione/Rental

Emme Due

Prodotti correlati

Alpha Beam 300 Alpha Spot HPE 700 Sharpy
data pubblicazione: 14 Agosto 2015

ITALIA - Dopo il successo di “Stelle a metà”, condiviso con Alessandro Siani, Sal Da Vinci è tornato a teatro con un nuovo spettacolo. “Se Amore è... Revolution”, questo il titolo dello show del cantante partenopeo andato in scena all'Augusteo di Napoli.
Scritto da Da Vinci con Gino Landi e Paolo Caiazzo, lo spettacolo si snoda musica, sketch affidati all'attore Lello Radice e narrazioni di Pasquale Panella.

“Il mio incontro con Sal Da Vinci” racconta il lighting designer Francesco Adinolfi, è avvenuto in occasione dell'incredibile successo di "C’era una volta Scugnizzi" musical teatrale scritto da Claudio Mattone (musiche e testi) e da Claudio Mattone ed Enrico Vaime (prosa) nel 2002, ispirato al film “Scugnizzi” del 1989 diretto da Nanni Loy. Uscito nel 2002, per via dell'enorme successo ha conosciuto una nuova edizione nell'inverno 2010-2011.

In "C'era un volta Scugnizzi" Da Vinci era l’attore protagonista, cantava e recitava; io operavo e programmavo la consolle seguendo il lavoro del più esperto lighting designer Luca Maneli, con l’intenzione di sincronizzare tutti i contributi video, audio e luci dello spettacolo attraverso il protocollo smtp; il service sorrentino Emme Due di Attilio Ruggiero fornì tutte le apparecchiature e i proiettori richiesti.

“Successivamente, nel 2004/2005, la produzione mi chiese di pensare ed elaborare io stesso il piano luci per il nuovo musical. Insieme al regista senza una scaletta ancora definita, passo dopo passo, ho proposto diverse soluzioni o rielaborato il lavoro già realizzato in precedenza”.

“È in questa occasione che ho conosciuto l'artista napoletano. Sal Da Vinci era sempre presente al tavolo di regia ed apprezzava le proposte che avanzavo a lui e al regista. E’ stato questo lavoro, fianco a fianco, ad aver consolidato il rapporto professionale con l'artista che da alcuni anni, con continuità, si rivolge al sottoscritto per seguire altre sue produzioni”.

In questi ultimi due anni, la collaborazione è intensamente ripresa in occasione della produzione del musical "Se amore è... Revolution!" scritto e diretto da Gino Landi.

“Fu accolta con entusiasmo la proposta di utilizzare tre ring triangolari di grandi dimensioni, 6x5 metri, uno all'interno dell'altro. Realizzati con grande semplicità geometrica grazie ai più comuni sistemi strutturali utilizzati nello spettacolo. Profili di alluminio, sfalsati tra di loro e illuminati al loro interno da strisce led. Sospesi ai motori in graticcia, dinamici, comandati attraverso il protocollo dmx dalla consolle. Una Grand Ma 1 full size, per programmare dalla prima all’ultima sequenza musicale e recitata”.

Sal Da Vinci, non aveva ancora preso confidenza con i proiettori di nuova generazione Clay Paky e le straordinarie caratteristiche e performance della serie degli Alpha Beam o degli Sharpy Beam, lasciandolo entusiasta.

Le mie richieste furono accolte con la stesso slancio dalla produzione.

Nella pianta luci del musical teatrale abbiamo inserito 20 proiettori Clay Paky distribuiti tra il ring triangolare centrale, 6 Sharpy, 4 proiettori Alpha 700 HPE sul palcoscenico, 5 Alpha Beam 300 a sinistra e altri 5 a destra. Altri proiettori Wash led garantivano l'illuminazione generale della scena densamente popolata: Sal Da Vinci, sei musicisti e otto ballerini, Lello Radice nella parte comica del body guard.

Grazie agli interventi dello scenografo Luigi Ferrigno, tutta la scena era inondata di luce: l’intero fondale e diversi elementi laterali sul palco erano decorati con effetto specchio, grazie alle strisce in tripolina silver, che da una parte rifrangevano la luce sull’intero palcoscenico e dall’altra nascondevano sapientemente 16 barre acl, 8 serie, che una volta accese, disegnavano un vero e proprio muro di luce.

Il musical riprenderà a ottobre un tour nei maggiori Teatri. Mentre le richieste di Sal Da Vinci di illuminare i suoi show estivi, saranno certamente soddisfatte dalla scelta di affidarsi a Clay Paky

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it