Gli Sharpy di Clay Paky illuminano la Trans-Siberian Orchestra

Gli Sharpy di Clay Paky illuminano la Trans-Siberian Orchestra

Anno

2013

Luogo

Stati Uniti

Lighting designer

Bryan Hartley

Produzione/Rental

Epic Productions

Prodotti correlati

data pubblicazione: 3 Marzo 2013

USA – Gli Sharpy di Clay Paky hanno avuto un ruolo di protagonisti nei tour che si sono svolti contemporaneamente nella costa orientale e in quella occidentale per la produzione invernale della Trans-Siberian Orchestra (TSO) “The Lost Christmas Eve.”  Le attrezzature per i tour sono state fornite da Epic Productions.

La nuova immagine della famosa opera rock della TSO prevede più luci, più laser e più effetti pirotecnici che mai.  “Cambio il lighting design ogni anno,” dice il lighting designer Bryan Hartley“Il progetto di quest'anno era veramente speciale per diversi motivi, tra cui gli Sharpy.  Ci hanno aiutati a migliorare la produzione."

Per entrambi i tour è stato utilizzato un totale di 184 Sharpy di Clay Paky. Sono stati costruiti due ampi archi con un truss: 36 Sharpy sono stati appesi a questi archi e 24 sono stati montati su archi più piccoli.  32 Sharpy sono stati posizionati sul pavimento.  Erano tutti raggruppati in grappoli da quattro.

"Come lighting designer, sono appassionato di luci a fascio stretto.  Pur essendo un ragazzo rock della vecchia scuola, non uso più gli ACL tradizionali,”
dice Hartley.  "L'anno scorso avevo 10 Sharpy e li adoravo.  Poi è arrivato un nuovo show designer e così ho scelto tutti gli Sharpy come luci per gli effetti primari.  Stavo cercando un proiettore che non scendesse a compromessi."

Hartley sottolinea che gli  Sharpy “hanno avuto ottime prestazioni.  Il modo in cui li avevo configurati li rendeva stupefacenti.  Sono stati davvero un successo."

Gli Sharpy hanno retto bene alle esigenze dei due tour contemporanei della TSO.  “Non c'era virtualmente nessun problema di affidabilità,” sostiene Hartley.  “Erano robustissimi – e ne hanno sopportati di maltrattamenti! Li abbiamo messi davvero a dura prova e sfruttati al massimo.”

Fa i complimenti a Clay Paky per “aver davvero fatto la cosa giusta con questi proiettori.  Sono stati ovviamente un enorme successo per l'azienda.  Gli Sharpy sono davvero micidiali: piccoli e compatti, luminosissimi nonostante il basso consumo energetico.  Non c'è che dire: gli Sharpy sono perfetti."

Il distributore esclusivo Clay Paky per l’America Settentrionale è A.C.T Lighting.

Francesco Romagnoli,
Area Manager di Clay Paky per Nord e Sud America, così si esprime: “Quello della Trans-Siberian Orchestra è uno spettacolo entusiasmante e noi siamo orgogliosi che gli Sharpy ne facciano parte.  Complimenti a Bryan per il suo innovativo design."

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it