I Mythos Clay Paky debuttano al Morton Arboretum di Chicago

I Mythos Clay Paky debuttano al Morton Arboretum di Chicago

Anno

2015

Luogo

Stati Uniti

Copyright delle fotografie

Benjamin Roy

Lighting designer

John Featherstone

Produzione/Rental

Intelligent Lighting Creations (ILC)

Prodotti correlati

data pubblicazione: 15 Febbraio 2015

USA – Ancora una volta la periferia di Chicago luccicava di spirito vacanziero con l'evento annuale "Illumination: The Lights at The Morton Arboretum" che dal 21 novembre si è protratto fino al 3 gennaio.  I visitatori dell'Arboretum seguivano un magico sentiero lastricato fiancheggiato da alberi che si illuminavano a led e che rispondevano al tocco e al suono. Gli Sharpy e i nuovi Mythos di Clay Paky, inseriti negli Igloo, regalavano effetti di luce innovativi allo sfoggio vacanziero unico nel suo genere. 

Il Morton Arboretum è stato fondato nel 1922 dal magnate di Morton Salt, Joy Morton, il cui padre ha inaugurato l'Arbor Day negli Stati Uniti.  L'evento annuale “Illumination” presenta effetti di luce sorprendenti sugli alberi lungo il sentiero esterno di oltre un chilometro e offre ai visitatori la possibilità di interagire con gli alberi cambiando il colore e l'intensità delle luci.

Intelligent Lighting Creations (ILC) di Chicago era già sul posto per collaudare gli elementi della manifestazione “Illumination” di quest'anno, quando A.C.T Lighting ha portato alcuni proiettori Mythos affinché li visionassero.  Il versatile Mythos è una luce ibrida altamente avanzata: funziona come un'eccezionale luce spot da 470 watt con un fascio ampio e uno zoom ottimizzato per la messa a fuoco ed allo stesso tempo è una luce beam che rimane parallela per tutta la sua lunghezza anche su lunghe distanze. Mythos è morbido, veloce e molto silenzioso e offre un disco con effetti visivi indicizzati completamente rivisitati.

“Abbiamo fatto una dimostrazione all'Arboretum per il lighting designer John Featherstone di Lightswitch ed è rimasto piacevolmente colpito dalla luminosità e dallo zoom dei Mythos, così come dai gobo e dai prismi rotanti” spiega Matt Pearlman, senior account manager di ILC.  "In particolare un paio di funzioni chiave dei Mythos offrivano maggiore impatto rispetto agli Sharpy.  Per questo abbiamo deciso di acquistare dei Mythos e di utilizzarli per l’evento di quest'anno. Alla ILC stanno già programmando di aggiungere altri Mythos al loro inventario di Sharpy, Sharpy Wash, B-Eye K20 e Alpha Profile di Clay Paky.”

L'Arboretum voleva che l''Illumination' di quest'anno fosse ancora più straordinaria rispetto a quella del 2013, che già aveva avuto un grande riscontro di pubblico. "Per questo abbiamo intensificato l'esperienza dello scorso anno," spiega Pearlman.

Le nuove luci Mythos sono state montate all'interno degli Igloo e illuminavano giochi d’acqua personalizzati nel Meadow Lake. "Hanno più impatto e una maggiore funzionalità per lo spettacolo, inclusa la possibilità di zoomare avanti e indietro e diventare addirittura più grandi con l'effetto del prisma," sottolinea Pearlman.

48 Sharpy sono montati in un connubio di Igloo e cupole ILC costruite appositamente.  "Illuminano gli alberi e creano effetti grafici aerei per lo show," riferisce.

"In sintesi il Morton Arboretum voleva che il progetto avesse l'obiettivo di far 'vedere agli ospiti gli alberi sotto un'altra luce”, aggiunge il project lighting designer e direttore creativo John Featherstone. "Per questo motivo cerchiamo sempre nuovi proiettori che supportino il nostro design in modi interessanti e inaspettati. I Mythos ci hanno offerto una impareggiabile combinazione tra fascio stretto incredibilmente luminoso, ampio zoom e funzioni gobo d'eccezione. Dovevamo semplicemente averli. ILC e A.C.T. sono andati per mari e per monti pur di procurarci queste luci per tempo. Li abbiamo aggiunti ai B-Eye a led per avere una serie di fari versatili e flessibili."

Joby Benoit è il tecnico di Lead System per “Illumination: The Lights at The Morton Arboretum."  Ha lavorato in collaborazione con uno staff di 15 tecnici che ha impiegato quasi un mese per preparare questo evento.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it