Il B-Eye di Clay Paky conquista l'oro nelle Cerimonie di apertura e di chiusura delle Paralimpiadi di Sochi

Il B-Eye di Clay Paky conquista l'oro nelle Cerimonie di apertura e di chiusura delle Paralimpiadi di Sochi

Anno

2014

Luogo

Russia

Copyright delle fotografie

Header Pic: Joe Kusumoto

Lighting designer

Durham Marenghi

Produzione/Rental

PRG

Prodotti correlati

data pubblicazione: 31 Marzo 2014

RUSSIA - Durham Marenghi, lighting designer di fama mondiale, ha utilizzato una varietà di prodotti Clay Paky, compresa la nuova testa mobile B-Eye K10 e gli Sharpy Wash, per assicurare uno spettacolare lighting design alle cerimonie di apertura e di chiusura delle Paralimpiadi Invernali di Sochi 2014.

Con un'affluenza nello stadio di oltre 40.000 spettatori, più dieci milioni di telespettatori sintonizzati da tutto il mondo, le Olimpiadi Invernali sono state un evento molto sentito. Marenghi ha impiegato un rig richiesto in origine dal collega Al Gurdon per le Cerimonie di apertura e di chiusura dei Giochi Olimpici, allo scopo di creare un nuovo design spettacolare per le Cerimonie Paralimpiche.

“Sono stato incaricato di mettere in risalto gli elementi artistici delle cerimonie dei Giochi Paralimpici Invernali attraverso un lighting design che riuscisse a elettrizzare il pubblico presente nell'imponente Fisht Stadium, ma che al contempo potesse anche soddisfare le emittenti televisive che trasmettevano al pubblico di tutto il mondo.” spiega Marenghi. “La sfida principale per noi era costituita dal fatto che c'erano tantissimi acrobati e elementi scenici aerei che andavano mostrati senza che interferissero con le proiezioni che correvano lungo l'intero terreno di gioco.”

La cerimonia di apertura di Sochi paralimpica è stato classificato come un evento accattivante capace di concentrarsi sulla “potenza dell’anima”, con performance dal vivo animate splendidamente dal premio Oscar Aleksandr Petrov che per l’occasione ha messo in scena Firebird - una creatura delle favole russe. L'illuminazione dello show è stata grandiosa, sfarzosa e abbagliante per essere all'altezza dell'imponenza dell'avvenimento.

“L'impianto luci è stato ereditato per la maggior parte da quello impiegato da Al Gurdon, che ha illuminato in modo così efficace le Cerimonie dei Giochi Olimpici Invernali,”
spiega Marenghi. “L'impianto comprendeva già una vasta gamma di Sharpy e Sharpy Wash e noi vi abbiamo aggiunto alcuni Alpha Profile 1500 e A.leda B-Eye K10 di Clay Paky per delle esigenze particolari legate alle Paralimpiadi.”

La testa mobile A.leda B-Eye K10 è una new entry che va ad aggiungersi alla gamma di luci mobili a LED di ultimissima generazione ‘A.leda’ di Clay Paky. Questo washlight pluripremiato offre emissione luminosa "wash" e fascio parallelo "beam" con controllo individuale di ogni LED in tutti i suoi parametri luminosi.

“Lo zoom range del B-Eye è un grande pregio,”
spiega Marenghi. “Il K10 conferisce agli effetti luminosi una dimensione unica, facile dunque capire il motivo per cui siamo di fronte a un'innovazione pluripremiata degna della tradizione di Clay Paky.”

“Utilizziamo il K10 per realizzare fantastici effetti "eye-candy" durante la cerimonia di chiusura,”
prosegue Marenghi. “La capacità di mappatura di effetti "eye-candy" e la sua incredibile luminosità fanno del K10 un eccezionale strumento, infaticabile e robustissimo.”

“Va da sé che è un grande piacere per noi vedere i nostri prodotti più recenti impiegati in un evento così prestigioso trasmesso in mondovisione,”
commenta Pio Nahum, CCO di Clay Paky. “Il B-Eye ha ricevuto un feedback estremamente positivo da quando lo abbiamo lanciato lo scorso anno e va ad aggiungersi a Sharpy e Sharpy Wash come uno degli 'attrezzi del mestiere' più popolari fra i lighting designer. Oggigiorno i prodotti Clay Paky sono presenti nei rig illuminotecnici per gli spettacoli, grandi o piccoli che siano, ma non per questo ci riteniamo appagati. La nostra mission infatti è di mantenere ben salda l'attenzione e di continuare a sviluppare prodotti specifici che offrano il valore, la creatività e la versatilità migliore a coloro che li utilizzano.”

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it