La Rock band Bastille sotto i riflettori di Clay Paky.

La Rock band Bastille sotto i riflettori di Clay Paky.

Anno

2014

Copyright delle fotografie

Sarah Rusthon-Read

Lighting designer

Jamie Thompson & Bryan Leitch

Produzione/Rental

PRG

Prodotti correlati

data pubblicazione: 7 Maggio 2014

DAL MONDO – I pluripremiati lighting e show designer Jamie Thompson e Bryan Leitch stanno utilizzando l'impareggiabile luminosità degli Sharpy di Clay Paky per illuminare la rock band inglese Bastille in occasione del suo tour mondiale.

Thompson e Leitch, direttori di produzione della società di design MIRRAD (www.mirrad.com), hanno voluto gli Sharpy di Clay Paky perché cercavano un faro leggero dal fascio potente per il rig luci di effetti a terra dello spettacolo.

Ispirandosi al logo triangolare del gruppo, Thompson ha progettato un set geometrico utilizzando le luci e gli schermi video angolati grazie al set luci fornito dalla rental PRG. L'impegno creativo ha dato vita a un design del palco curvo in prospettiva che fa sì che i palcoscenici degli stadi di piccole dimensioni diano l'impressione di essere in grandi arene.

"Volevamo che il palco desse l'idea di “esplodere",
spiega Thompson. "Per questo abbiamo utilizzato le luci amate da tutti, gli Sharpy, per ottenere immagini ampie e definite sul palco e per creare alcuni effetti di fortissimo impatto."

20 Sharpy di Clay Paky
sono stati posizionati sul palco in cinque gruppi da quattro, ogni faro è stato programmato per muoversi in modo tale che quando lavorava in gruppo, i fasci di luce sembravano piegarsi come se fosse fisicamente impossibile, lasciando ogni volta il pubblico a bocca aperta. Essendo proiettori leggeri e discreti, gli Sharpy erano ideali per le luci a terra.

"Dovevamo tenere in considerazione l'impatto di 20 fari sul palco, ma il rapporto dimensioni/emissione degli Sharpy li ha resi la scelta perfetta," afferma Thompson. "Abbiamo posizionato gli Sharpy ad un'altezza media e ad un'altezza elevata del palco, cosa che ci ha consentito di avere effetti aerei massicci che attiravano l'attenzione del pubblico."

"Gli Sharpy si inseriscono perfettamente nel nostro set,"
continua Thompson. "Abbiamo utilizzato gli 'hard-edge' in tutto il design e il fascio preciso da 189W di questo faro produce forme geometriche sorprendenti, come pure fasci morbidi saturi di forte impatto. Adoriamo il Blu Congo e questa è una delle poche luci che realmente offre un effetto Congo intenso."

La versatilità degli Sharpy di Clay Paky, con il loro ampio sistema di effetti e lo zoom range da 0° a 3,8°, è stata una scelta intelligente dal momento che l'emissione di questo proiettore si adatta perfettamente alla varietà di stili musicali della band.

"Per quanto riguarda i Bastille, la loro musica è piuttosto dinamica,"
spiega Thompson. "E' soprattutto fortemente rock, con un pizzico di pop, ma anche con molti suoni synth di fondo. Abbiamo quindi cercato di ridurre gli effetti quando le canzoni erano soft, utilizzando molti wash, cosa che gli Sharpy fanno brillantemente. Mentre nel caso delle canzoni hard, abbiamo cercato di renderle più 'rocciose' possibile utilizzando gli Sharpy per creare ampie immagini 'blinder', una sorta di effetti aerei, che si adattavano alla struttura delle canzoni."

Il tour mondiale dei Bastille sta terminando i suoi appuntamenti europei per poi spostarsi in America.

Per ulteriori informazioni sulla band visitate il sito www.bastillebastille.com
Per maggiori informazioni su MIRRAD visitate il sito www.mirrad.com

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it