La versatilità Clay Paky al top su Sky Arts Sessions

La versatilità Clay Paky al top su Sky Arts Sessions

Anno

2015

Luogo

Regno Unito

Lighting designer

Richard Bowles

Produzione/Rental

Richard Martin Lighting (RML)

Prodotti correlati

data pubblicazione: 5 Settembre 2015

Regno Unito - I proiettori Mythos, Sharpy, Alpha Spot HPE 300 e Sharpy Wash 330 di Clay Paky stanno diventando i protagonisti assoluti nelle registrazioni della seconda stagione della trasmissione musicale Sky Arts Sessions, sotto la guida del lighting designer di Sky TV Richard Bowles, che è riuscito a ricreare un'immagine fresca e dinamica delle esibizioni in ciascun episodio.

"Per questa stagione, su tutta l'illuminazione a scarica c'è l'esclusiva di Clay Paky", ha dichiarato Bowles. "I proiettori stanno lavorando alla perfezione con la telecamera, e tutti in studio l'hanno notato. Non a caso in molti, tra gli artisti ospiti delle puntate, hanno dichiarato che le luci sono davvero ottime!"

Finora le riprese hanno visto le performance di artisti del calibro di Django Django, di Gaz Coombes dei Supergrass e dei The Vaccines, richiedendo non solo un look diverso d’illuminazione per ogni scena, ma un allestimento delle luci che variasse addirittura da un brano all’altro. Bowles ha optato per 12 Mythos, otto Alpha Spot HPE 300, 24 Sharpy Wash 330 e 6 Sharpy, tutti proiettori eccellenti per soddisfare i requisiti di versatilità e tutti forniti dalla Richard Martin Lighting (RML).

"L'ampia gamma di colori ed effetti offerti dai proiettori Clay Paky è fantastica", ha affermato Bowles, "in particolare, la capacità degli Sharpy Wash 330 di passare da un robusto fascio luminoso a una luce wash con colori primari brillanti fino ai morbidi colori pastello è veramente sorprendente e ben si adatta agli stati d'animo in evoluzione tra i brani e le scene".

Richard ha posizionato gli Sharpy Wash 330 a ferro di cavallo, rispecchiando il set, e aggiungendone degli altri in controluce. "Poiché la maggior parte dello show viene ripresa da un'angolazione estremamente bassa, le telecamere sono spesso orientate direttamente verso gli Sharpy Wash 330, creando così un'immagine veramente sensazionale", ha continuato Bowles.

Gli straordinari Mythos sono posizionati a varie altezze nella parte posteriore dello studio, in modo da fornire sia degli effetti gobo sia dei fasci compatti e completando il pacchetto a pavimento fornito dagli Sharpy.

"Quello di Mythos è un fascio estremamente potente ma compatto, che lavora bene con lo Sharpy, da sempre una macchina affidabile per le produzioni televisive grazie al suo fascio preciso e perfettamente parallelo", dichiara ancora Richard Bowles.

"Vorrei ringraziare la RML e Ambersphere per il loro prezioso e insostituibile aiuto nel supportare questa produzione, nonché i programmatori luci Alan Boyd e Andrew Harris per la loro celere operatività anche con le scene in cui i brani venivano sostituiti all'ultimo minuto".

La seconda stagione di Sky Arts Sessions verrà trasmessa questo autunno, sul canale Sky Arts.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it