Le luci Clay Paky illuminano il ritorno dei Böhse Onkelz

Le luci Clay Paky illuminano il ritorno dei Böhse Onkelz

Anno

2014

Luogo

Germania

Lighting designer

Jerry Appelt

Produzione/Rental

PRG

Prodotti correlati

data pubblicazione: 15 Dicembre 2014

Germania – Quest'estate i leggendari Böhse Onkelz, famosa band punk-rock anni 80, si sono ritrovati a Hockenheimring (Germania) in occasione del loro primo spettacolo dopo nove anni, con 80 Sharpy e 36 A.leda B-EYE K20 di Clay Paky che illuminavano il loro maestoso ritorno ed esaltavano gli innumerevoli contenuti audiovisivi.

Lo stimato lighting e show designer Jerry Appelt ha scelto le luci Clay Paky, fornite da PRG, per rendere più sensazionale il suo design architetturale, che voleva una band vicinissima al pubblico in una scenografia che prevedeva un palco principale e un palco B.

“Quando si progetta uno spettacolo di queste dimensioni, la potenza delle luci è estremamente importante,” spiega Appelt. "Trattandosi di un evento all'aperto, l'illuminazione deve essere sul pezzo anche alla luce del giorno. Avevo utilizzato i B-EYE in precedenza, ma solo in eventi indoor, e sono rimasto veramente impressionato per come si sono comportati in questo spettacolo all'aperto."

I B-EYE di Clay Paky ricoprivano il pavimento del palco B, quello in cui si svolgeva la parte acustica dello spettacolo dei Bad Uncles.

"I B-EYE hanno una serie di funzioni fantastiche, inclusi gli effetti macro e shape. Ne ho usati alcuni per qualche 'eye candy'," continua Appelt. "Ma sono stato molto colpito, effetti a parte, dalla loro eccezionalità anche come strumenti di illuminazione di base."

L'A.leda B-EYE K20 è un faro beam e wash molto performante e consente di creare effetti visivi spettacolari. Ha una luminosità più intensa rispetto ad altre luci wash a led con la stessa potenza, grazie al suo speciale gruppo ottico. Lo zoom varia dai 4° ai 60° e proprio per questo si adatta bene sia ad ambienti con soffitti bassi dove sono necessarie angolazioni ampie, sia a spettacoli in arene dove è perfetto, invece, uno zoom stretto.

"Gli Sharpy di Clay Paky costituivano anche gran parte del pacchetto luci sul pavimento del palco principale," spiega Appelt. "Sono stati utilizzati come parte dell'illuminazione di base e integrati nei contenuti audiovisivi. Hanno funzionato alla grande. La loro emissione era fantastica."

Lo show design di Appelt evocava lo skyline di una città con quattro torri giganti, o grattacieli, coperti da schermi a led che sovrastavano il palco. I video delle torri proiettavano un excursus su ognuno dei quattro membri della band, con vari colori e contenuti che ricordavano il graphic novel 'Sin City'.

200.000 fan si sono riversati nel famoso circuito di corse automobilistiche per lo spettacolo di due serate, che è stato anche ripreso per la creazione di DVD e Blu-Ray.

I Bad Uncles hanno intenzione di fare altri spettacoli all'aperto nel 2015.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it