Clay Paky e Light Video Sound illuminano il “L-finesse Invisible Garden” di Lexus

Clay Paky e Light Video Sound illuminano il “L-finesse Invisible Garden” di Lexus

Anno

2007

Luogo

Italia

Lighting designer

Sig. Kuramoto

Produzione/Rental

Light Video Sound

Prodotti correlati

Alpha Spot HPE 1200
data pubblicazione: 9 Maggio 2007

La casa automobilistica giapponese Lexus – conosciuta a livello internazionale per i suoi modelli di lusso – ha partecipato per il terzo anno consecutivo al Salone del Mobile, e all’annessa Settimana del Design di Milano. Combinazione perfetta di tradizione e avanguardia, questo importante evento milanese è stato ritenuto da Lexus la cornice ideale per presentare il proprio concetto di design, applicato al mondo dell’automobile.

Lexus ha scelto quest’anno di collaborare con un’artista emergente, l’architetto Kumiko Inui, che ha lavorato sull’idea originale di riadattare uno spazio comune in modo del tutto inconsueto, creando un’atmosfera che integra conosciuto e ignoto, futuro e tensione all’infinito.

L’ambiente è ricostruito all’interno di un’autofficina milanese che sorge in Zona Tortona, area ormai consacrata per ospitare tutti i fuori-salone fieristici più trendy al mondo. L’autofficina è stata noleggiata e smontata pezzo a pezzo, per ottenere un singolare contrasto tra lo spazio “ordinario” (la copertura superiore, che rimane come è nella realtà) e uno spazio “straordinario” (la parte inferiore e il cortile antistante all’officina) che si riempie di foglie che brillano d’argento.

Addentrandosi nel cortile, si scorge una silhouette argentata che appare all’orizzonte: è il modello ammiraglia della Lexus, la LS 600h. La luce, prima solare e poi artificiale, si riflette diffusamente sul tappeto di foglie argentate e quindi sull’auto, creando un’esperienza sensoriale avvolgente.

L'impianto luci

Un concept-design così raffinato e attento ai dettagli non poteva certo trascurare l’aspetto illuminotecnico. Il Lighting Designer Sig. Kuramoto ha scelto, con il prezioso supporto tecnico e logistico della ditta Light Video Sound di Milano, i prodotti luce più adatti allo scopo: 15 Alpha Spot HPE 1200, i proiettori di effetti top-quality della Clay Paky.

“L’esigenza del cliente di poter disporre del prodotto migliore è stato evidente fin dal primo momento, e non ho avuto esitazioni nel proporre gli HPE 1200 della Clay Paky” – ci dice Eliano Girola, titolare della Light Video Sound.

Light video Sound si è pertanto preoccupata della fornitura e installazione dei proiettori, mentre il LD Kuramoto ha predisposto una decina di programmi luce che si sono avvicendati secondo una sequenza studiata per tutta la durata dell’esposizione.

Particolarmente suggestivi sono stati ovviamente i risultati in notturna, dove i proiettori impattavano l’auto e l’ambiente circostante con cambi di colore tendenti al blu e impiegando i dicroici ospitati nell’Alpha Spot HPE 1200.

Light Video Sound Dopo aver maturato anni di esperienza come tecnico in una ditta specializzata nella realizzazione di impianti per alberghi, Eliano Girola decide di fondare nel 1983 la Light Video Sound. Il primo approccio della Light Video Sound all’impiantistica riguarda unicamente l’installazione di impianti luci e audio. E’ infatti, con il passare degli anni e l’aumento esponenziale delle problematiche riguardanti il settore del pubblico spettacolo che allo Staff della ditta, ormai non più nella sua primitiva fase embrionale, viene ad agganciarsi la consulenza preziosa di esperti del settore Normativo, consulenza che modifica il rapporto della Light Video Sound col mondo dell’installazione: un rapporto non più meramente pratico bensì anche teorico – normativo. Il grande vantaggio di questo connubio risiede nel garantire al cliente una consulenza esclusiva e sicura che non lascia spazio alle ormai tristemente famose perdite di tempo derivanti dalle incomprensioni fra i vari interlocutori. Le referenze delle quali la Light Video Sound si può avvalere sono molte e riscontrabili anche a livello internazionale. L’approccio della Light Video Sound al lavoro è unico ed esclusivo per ogni Cliente. Infatti, la ditta vanta la presenza di dieci tecnici, ognuno specializzato in un diverso settore, il che permette di affrontare il problema dapprima mediante un’esperta analisi ed in seguito mediante una consulenza di squadra. Attualmente la Light Video Sound vanta la continuativa collaborazione con alcune delle più importanti case costruttrici di proiettori per lo spettacolo, studi specializzati nell’acustica ed insonorizzazione e studi illuminotecnici addetti all’architetturale, con grosse soddisfazioni.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it