Luci Clay Paky al concerto dei Kasabian

Luci Clay Paky al concerto dei Kasabian

Anno

2014

Luogo

Regno Unito

Copyright delle fotografie

Louise Stickland

Lighting designer

Nick Gray

Produzione/Rental

Neg Earth

Prodotti correlati

data pubblicazione: 1 Dicembre 2014

REGNO UNITO: L'estate scorsa ha visto decine di migliaia di fan riuniti al Victoria Park di Leicester per assistere allo show 'in patria' della band rock inglese Kasabian che ha fatto il tutto esaurito. Il Lighting designer Nick Gray ha scelto come illuminazione chiave una serie di versatili luci Clay Paky, confessando che "adora gli Sharpy".

Per il suo progetto architettonico ma sobrio, Gray ha scelto 84 Sharpys, 32 Sharpy Wash 330, 20 Alpha Wash 1500 e 8 Alpha Spot 1500 di Clay Paky, forniti da Neg Earth.

“Con i Kasabian devo sempre avere un approccio architetturale, in modo tale che il lighting design dia valore aggiunto alla performance, ma rimanga comunque pulito e minimalista,” afferma Gray. "Devo dire che con le luci Clay Paky, essendo così versatili, ottengo proprio ciò che voglio."

Il design di Gray era molto modulare e simmetrico e ha proposto un semplice cubo bianco che appariva quando la band si muoveva sul palco.

“La portata, le dimensioni e la potenza delle luci Clay Paky non sono seconde a nessuno,” sostiene Gray. "Per questo show, soprattutto le dimensioni erano molto importanti, dal momento che dovevamo stare attenti a non eccedere con il peso sulla copertura. I fari dovevano essere abbastanza piccoli da poterli posizionare in modo totalmente uniforme per motivi di rapidità e spazio. Mi piace raggrupparli per tipo in modo da ottenere il massimo impatto."

Lo Sharpy di Clay Paky è una luce mobile da 189W con una luminosità senza precedenti, normalmente raggiungibile solo con potenze maggiori, ma con dimensioni incredibilmente compatte di 48 cm e un peso di appena 19 kg. Lo Sharpy Wash pesa addirittura meno: 18,5 kg.

Il design di Gray prevedeva anche un elemento video molto ampio, con uno schermo a led di 22 metri per 11 metri che sovrastava il palco.

“Le luci Clay Paky si sono davvero distinte anche sugli schermi a led,” continua Gray. "Infatti dovevano essere un po' stemperate poiché, con la loro eccezionale luminosità, in alcuni punti sparavano troppo! Ma mi hanno permesso di ottenere un'ottima via di mezzo."

Per questo show è stato allestito un rig molto complesso, con tre truss motorizzati posizionati sul palco e delle torri multiple disposte intorno al palco e al pubblico.

Protagonisti a Glastonbury, i Kasabian non sembrano intenzionati a rallentare e si sono imbarcati in un tour europeo delle arene per i prossimi quattro mesi che culminerà a dicembre con uno spettacolo permanente di cinque serate alla Brixton Academy di Londra.

"Sono veramente emozionato di mettere le mani sui SuperSharpy e sugli Stormy di Clay Paky! Ne prevedo un utilizzo massiccio nel tour delle arene!" dichiara Gray.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it