Morris Integration seleziona Clay Paky per la Community Bible Church

Morris Integration seleziona Clay Paky per la Community Bible Church

Anno

2015

Luogo

Stati Uniti

Produzione/Rental

Morris Integration

Prodotti correlati

data pubblicazione: 19 Novembre 2015

USA – La Community Bible Church di San Antonio, nel Texas (Usa), ha deciso di investire milioni di dollari per rinnovare i sistemi tecnologici del proprio auditorium da 3.500 posti e per questo imponente lavoro (audio, video e illuminazione) ha scelto Morris Integration, filiale di Morris. E quest’ultima, tra i principali equipment provider del Sud degli Stati Uniti, con sede a Nashville, a sua volta ha scelto i proiettori Clay Paky A.leda B-EYE K10 e Mythos per centrare l’obiettivo di rivoluzionare il look dell’auditorium con effetti luci strabilianti.

La commessa della Community Bible rappresenta il primo grande progetto curato da Morris Integration. I proiettori Clay Paky sono destinati a illuminare i servizi liturgici della domenica e alcuni programmi musicali speciali, le sessioni di musica dal vivo e di registrazione di Dvd condotte da artisti esterni, oltre agli eventi della comunità programmati nel corso dell'anno.

"Dovevamo creare un sistema affidabile e flessibile, in grado di gestire qualunque tipo di evento si svolgesse nell'auditorium," ha affermato Danny Rosenbalm, direttore operativo di Morris Integration. I criteri di selezione dei prodotti erano molteplici: affidabilità, flessibilità, colori, pattern, movimento e, non da ultimi, efficienza energetica e peso contenuto."

"La flessibilità di illuminazione era un requisito fondamentale," concorda Philip Hagood, responsabile del business development di Morris Integration. “I servizi religiosi domenicali esigono un tipo di illuminazione più ‘tradizionale’ rispetto alle registrazioni degli eventi musicali e le produzioni di DVD, per le quali invece occorre un approccio scenico da concerto, capace di creare grande impatto."

“Dal momento che la Community Bible trasmette in streaming i servizi religiosi e altri eventi ecclesiastici, era basilare tenere conto della resa video durante le trasmissioni in diretta,” ha proseguito Rosenbalm. “Le postazioni dei proiettori e gli angoli di illuminazione sono stati così selezionati con grande attenzione, per creare scenografie ugualmente efficaci sia per il pubblico presente nell'auditorium, sia per le telecamere impegnate nelle riprese."

Morris ha scelto 16 proiettori Clay Paky B-EYE K10 e 10 Clay Paky Mythos. Il palco dell'auditorium è attraversato da un reticolo di sette passerelle, e le sbarre che le accompagnano nella parte inferiore forniscono una struttura ideale a cui appendere i proiettori.

“Il magazzino noleggi della nostra divisione ‘Light and Sound” possiede i proiettori Clay Paky K10. Così abbiamo potuto renderci conto in anteprima di quanto siano potenti in un grande rig da concerto,” ha sottolineato Hagood. “Il K10 è un proiettore da concerto eccezionale. La gamma completa di possibilità offerte dal K10 rappresenta la scelta migliore che la Community Bible potesse fare. È uno stage wash superiore, con un prisma ed effetti luce fantastici. E, in più. è estremamente luminoso per le sue dimensioni."

In precedenza la chiesa aveva utilizzato dei PAR come stage wash per gli effetti cromatici. “Per il colore utilizzavamo dalle quaranta alle cinquanta luci. Ora, con cinque o sei luci otteniamo lo stesso risultato, con tanto di effetti prisma e fascio." I K10 sono montati in diverse posizioni all’interno dell’auditorium.

Sempre grazie al magazzino “Light and Sound” di Morris, Hagood ha avuto modo di vedere preventivamente all’opera anche i versatili proiettori Mythos e ha pensato che avrebbero funzionato estremamente bene nell’auditorium della Community Bible. "La chiesa conosceva già la potenza dei proiettori Sharpy di Clay Paky" ha detto. “I Mythos aggiungono alla modalità beam tutte le funzionalità di uno spot light con testa mobile, raggruppando di fatto due luci diverse in un unico proiettore di piccole dimensioni. Ancorati sopra il palco, forniscono luce radente e di sfondo e tutto il movimento necessario".

Hagood ha osservato come il basso consumo energetico dei K10 e dei Mythos sia stato un altro dei motivi principali che hanno fatto optare per la loro scelta. “Il sistema di passerelle, piuttosto esteso e complesso, era già alimentato da corrente ausiliaria a 120 V. Questo ha consentito di installare i K10 e i Mythos senza effettuare nuovi interventi elettrici.”

“Pochi mesi dopo la loro installazione, i nuovi proiettori erano già insostituibili," ha ricordato Hagood. “La Community Bible non può che parlare bene di queste luci. Montate in occasione dell’apertura delle scuole estive della Community Bible, ne hanno immediatamente cambiato l’atmosfera. Le luci hanno arricchito di energia divertente e positiva i locali pieni di bambini, trasformando il programma con l’aggiunta del movimento e del colore."

Considerando la nuova installazione nel suo complesso, Hagood ha osservato: “Queste luci piccole, versatili e potenti hanno rivoluzionato il nostro lavoro di integratori. Solo qualche anno fa avremmo dovuto utilizzare un numero di proiettori dieci volte superiore per ottenere lo stesso risultato offerto dai K10 e dai Mythos. Ora risparmiamo tempo e denaro, e abbiamo sensibilmente ridotto anche il numero di modifiche infrastrutturali necessarie per l’installazione delle luci."

Francesco Romagnoli, Clay Paky Area Manager per il Nord America e l'America Latina, ha aggiunto: “Morris è stato un partner eccellente in molti progetti e siamo orgogliosi di constatare in che modo abbia utilizzato i nostri proiettori per questo importante progetto di rinnovamento.”

A.C.T Lighting è il distributore esclusivo di Clay Paky per il Nord America.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it