Clay Paky con gli Script per il 'più grande show di sempre'

Clay Paky con gli Script per il 'più grande show di sempre'

Anno

2015

Luogo

Europa

Copyright delle fotografie

The Fifth Estate

Lighting designer

Jamie Thompson

Produzione/Rental

PRG

Prodotti correlati

data pubblicazione: 24 Aprile 2015

Europa - Il lighting designer Jamie Thompson ha scelto i pluripremiati Mythos e A.leda B-EYE K20 e K10 di Clay Paky per dare grande impatto al tour europeo degli Script.

La raccomandazione, che la band rock-pop irlandese ha dato a Thompson, era semplice: aveva carta bianca ma doveva renderlo il più grande show di sempre. Così Thompson si è avvalso dei potentissimi Mythos e B-EYE, forniti da PRG, per assicurare il forte impatto desiderato.

"Per questo tour abbiamo allestito un rig incentrato sui fantastici prodotti di Clay Paky," ha detto Thompson. "L'idea di partenza si fonda sull'energia, quindi volevo uno spettacolo che ne fosse carico. Per questo il progetto includeva numerose curve che avvolgevano la band, dando così dimensione e profondità."

Thompson ha installato B-EYE K20 e Mythos a mezz'aria su cinque pod, ciascuno con otto B-EYE e sei Mythos. I K10 erano montati ai lati e sul retro, come alternativa meno pesante ai K20.

"I K10 si bilanciano con i K20 perfettamente dal punto di vista degli effetti, hanno un aspetto gradevole e tutti sono entusiasti di lavorare con loro," continua Thompson. "Nella pre-produzione ho trascorso tre dei quattro giorni giocando con l'enorme gamma di effetti dei B-EYE. Sono incredibili in qualsiasi cosa facciano. Amo anche i Mythos: PRG li ha acquistati appositamente per questo tour e sono fenomenali."

Thompson aggiunge che, grazie all'incredibile luminosità dei Mythos, gli operatori video non devono ridurre al 5% il grande schermo dominante, ma possono sfruttarlo come vogliono.

"Sto utilizzando i Mythos come uno Sharpy molto luminoso, ricco di effetti beam e gobo. Hanno uno zoom molto ampio, ma mantengono la loro definizione. Incarnano tutto ciò che voglio in un proiettore. Devo dire che, a mio avviso, Clay Paky ha offerto molto di più di quello che ci si aspetterebbe dal prezzo. E, per quanto riguarda i B-EYE, al momento non hanno rivali. Sono come gli Sharpy al loro esordio. Niente poteva batterli: grandiosi in ogni senso!"

Il tour degli Script si sposterà in Australia ed Asia quest'estate, con una versione ridotta per gli USA e i festival.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it