Clay Paky illumina la ‘Hall of Fame’ del Museo Grévin di Seul

Clay Paky illumina la ‘Hall of Fame’ del Museo Grévin di Seul

Anno

2016

Luogo

Corea del Sud

Lighting designer

Jean-Francois De Lamotte

Prodotti correlati

data pubblicazione: 15 Gennaio 2016

Corea – I proiettori A.leda B-EYE K10 di Clay Paky fanno parte di un sofisticato impianto di illuminazione che offre ai visitatori un'esperienza assolutamente coinvolgente al Grévin di Seul, la prima sede asiatica del famoso museo delle cere Grévin di Parigi.

Collocato nei pressi di Myeong-dong, uno dei distretti dello shopping più animati di Seul, il Grévin di Seul ha aperto i battenti nel luglio di quest'anno e offre ai visitatori la possibilità di farsi dei ‘selfie’ con 80 repliche di cera, a grandezza naturale e dalla somiglianza straordinaria, di personaggi e celebrità famose in tutto il mondo. L'esposizione è distribuita su quattro piani, in varie sale a tema.

Tongsuh Technology Co., affermato distributore coreano, ha fornito e installato 19 proiettori Clay Paky nella cosiddetta ‘Hall of Fame’ del museo. Situata al secondo piano, questa sezione presenta star quali Angelina Jolie e Psy, il famoso cantante pop sud-coreano, esortando i visitatori a ‘creare dei ricordi indimenticabili con le loro celebrities preferite’.

Jean-Francois De Lamotte, lighting designer della pluripremiata design house francese Concept Lumiere, ha ideato l'illuminazione di questo spazio. Il suo design impiega i pixel LED RGBW dei 19 B-EYE singolarmente controllabili per generare degli effetti dinamici pulsanti che ben si armonizzano con la colonna sonora e l'ambientazione tematica della Hall. Inoltre i proiettori inondano lo spazio di colori vividi per assicurare un'atmosfera coinvolgente.

Il B-EYE K10 è una luce estremamente versatile che presenta tre modalità di funzionamento: wash, beam e proiettore di effetti. Lo zoom varia da 4° a 60° ed è quindi adatto sia per illuminare ambienti con soffitti bassi, laddove i grandi angoli sono estremamente utili, sia per spettacoli in arene o grandi ambienti. La lente frontale del proiettore può anche essere ruotata per creare innumerevoli effetti in proiezione aerea (vortex) o su superficie (kaleido).

Il Museo Grévin fu inaugurato a Parigi nel 1882. Nel 2013, in occasione del 130 anniversario della sua fondazione, ha iniziato a espandersi a livello globale, aprendo sedi a Montreal, in Canada, e a Praga, nella Repubblica Ceca. Complessivamente, i vari musei Grévin espongono più di 2.000 personaggi di cera e accolgono ogni anno circa 6 milioni di visitatori.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it