Claypaky espone a LDI il futuro dello show lighting

Claypaky espone a LDI il futuro dello show lighting

data pubblicazione: 25 Ottobre 2018

Las Vegas – In una esposizione diventata nel corso degli anni sempre più appuntamento irrinunciabile per i professionisti del settore, Claypaky ha presentato quest’anno tanti interessanti nuovi prodotti e celebrato il debutto in terra americana dei Knight Of Illumination Awards.

Sono ben 5 i proiettori Claypaky che hanno esordito sul mercato americano, due dei quali rappresentano dei debutti internazionali assoluti. Vediamoli assieme.

AXCOR: la “linea” vincente di proiettori a LED
Gli Axcor hanno vinto a LDI i Gold Star Product Awards in qualità di “Best New Line of LED-Sourced products”. Questi riconoscimenti sono conferiti da un panel di giurati di Professional Lighting & Staging News (PLSN), una delle società media più rinomate e apprezzate nel settore dell’Entertainment.

Gli Axcor Claypaky sono teste mobili a LED che rappresentano la sintesi delle tecnologie più avanzate di ogni campo: Micro-meccanica ed ottica di precisione, elettronica e software potenti ed affidabili, illuminotecnica avanzata, design ergonomico e piacevole. La famiglia si compone oggi di ben 11 modelli con diverse potenze erogate, in grado di coprire tutti gli ambiti applicativi: va dai 110 Watt di Axcor Beam 300 agli 880 Watt di Axcor Profile 900, passando per i nuovissimi, tecnologicamente avanzati spotlight con shutter AXCOR PROFILE 600 e AXCOR PROFILE 400.

Questa versatilità soddisfa sia le esigenze delle più grandi produzioni, sia quelle dei piccoli service, garantendo una coerenza e una qualità costruttiva costanti sulle varie gamme di potenza. Alla versatilità delle potenze si aggiunge la versatilità delle funzioni: ogni proiettore delle classi maggiori è proposto in due versioni – un modello che privilegia la potenza luminosa, adatto per le applicazioni touring ed eventi e un modello che privilegia il color rendering (CRI 90), indispensabile per operare in ambienti dove la qualità della luce è un requisito fondamentale.

Per approfondimenti sulla gamma AXCOR, scarica il catalogo QUI
Vedi una demoshow degli Axcor 300 QUI

AXCOR SPOT 400:
il nuovo LED Spotlight con performance al di sopra della categoria
Tra i debutti assoluti a LDI c’è Axcor Spot 400, che fornisce al mercato di media potenza un LEDspot moving light compatto e brillante, completo di ogni dispositivo per eccezionali proiezioni grafiche.  La quantità di effetti e di combinazioni possibili non ha eguali nella sua categoria: 2 ruote gobo rotanti in vetro dicroico, per un totale di 14 gobo rotanti, un disco Animazione, un prisma rotante, l’iris motorizzato, il dimmer a 16 bit e un incredibile zoom 5.5°-55°. Ad essi si aggiungono degli avanzatissimi tool per la gestione del colore, basati su un sistema CMY con CTO lineare e ruota a 6 colori.

SHARPY PLUS
: La Rivoluzione dell’ibrido integrale
SHARPY PLUS è il primo proiettore ibrido 100%,
capace di essere allo stesso tempo un perfetto beam moving light e un perfetto spotlight. Dotato di una nuova lampada a scarica Osram Sirius 330W X8 ad altissima emissione luminosa, pesa solo 21,6 kg. Tutte le sue funzioni sono estremamente rapide. Uno zoom lineare da 3° a 36° (1:9) copre l’intero range in modo lineare, sia in modalità SPOT che in modalità BEAM. Questa caratteristica rende Sharpy Plus un prodotto unico sul mercato. In modalità beam, Sharpy Plus è capace di una straordinaria emissione luminosa di oltre 300.000 lux a 10m di distanza.

ADB è “Best Debuting Product” nella categoria Lighting
ADB Stagelight, il brand teatrale di Claypaky, si aggiudica in esclusiva i prestigiosissimi LDI Awards nella categoria Best Debuting Product in Lighting fixture, con la sua nuova linea di prodotti per l’illuminazione museale ART CENTRIC LIGHTING.
La nota dei Giudici recita che “Art Centric Lighting ha creato proiettori di luce bianca dinamica per illuminare opere d'arte con sensibilità e classe. Lo spot o wash, con un CRI di 97, è controllabile via Bluetooth, e cambierà il modo in cui guarderai le opere d'arte".
“Art Centric Lighting has created a tunable white light fixture for lighting works of fine art with sensitivity an class. The spot or wash with a CRI of 97 is controllable via Bluetooth, changing the way you’ll look at works of art”.
Simone Capeleto, CEO di ADB, è entusiasta: “Il principio base di ART Centric Lighting è il rispetto dell’opera d’arte, che diventa protagonista come un attore sul palcoscenico. Non è un caso infatti che i piccoli proiettori di ART Centric Lighting siano dei veri e propri apparecchi teatrali miniaturizzati, realizzati da ADB, un’azienda storica nel mondo del Teatro. Non sono solo dei “corpi illuminanti” dal design elegante e non invasivo, ma anche dei proiettori con ottiche professionali che generano una luce modulabile, di grande qualità”.

Art Centric Lighting literature: website | brochure

Nel corso di LDI le luci si sono accese sui primi Knight of Illumination Awards USA (KOI-USA), dove i vincitori sono stati annunciati nel corso di una cerimonia scintillante con cena di gala.

Trecento professionisti del mondo dell’Entertainment hanno assistito alla nomina di 18 lighting designer e video designer "cavalieri" della luce per il loro talento creativo in tre categorie: Theatre, Live for Broadcast e Concert Touring & Events. In ciascuna categoria, i vincitori sono stati scelti da una giuria completamente indipendente, ognuna esperta nel proprio settore.

Creati da Claypaky 11 anni fa come un evento per celebrare i lighting designer inglesi, i Knight Of Illumination Awards sono cresciuti fino a diventare il più importante evento dello show lighting nel Regno unito, attirando l’attenzione anche degli Americani.

Con la collaborazione di Informa, rinomata società di comunicazione americana e organizzatore di LDI, Claypaky ha portato il Knight Of Illumination per la prima volta negli Stati Uniti, riscontrando da subito un enorme successo. I lighting designer americani hanno veramente apprezzato l’arrivo di un evento totalmente dedicato a loro anche negli Stati Uniti.

Ecco il commento di John Featherstone, socio fondatore di Lightswitch e Chairman del Judges Panel per “Concert Touring & Events”: “Credo che l’evento della scorsa notte sarà considerato il più significativo per il mondo dell’Illuminazione dello Spettacolo negli Stati Uniti dal primo LDI, trent'anni fa. Me ne rendo conto, sono parole grosse, ma niente affatto eccessive”.

“I think last night will be considered the most significant night for event and entertainment lighting design in the US since the first LDI, thirty years ago. Bold words, but I suggest not an over statement at all". (t
rovi l’articolo completo sui Knight of Illumination Awards USA QUI)

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it