Claypaky, una orchestra luminosa per il Festival Verdi

Claypaky, una orchestra luminosa per il Festival Verdi

Anno

2017

Luogo

Italia

Lighting designer

Luca Carapezzi

Produzione/Rental

Cobra Service

Prodotti correlati

Collegamenti esterni

data pubblicazione: 20 Dicembre 2017

Italia – In occasione della recente edizione del Festival Verdi, il Teatro Regio di Parma ha commissionato una installazione per celebrare il genio musicale di Giuseppe Verdi.

Così nascono il concept e l’idea di Brilliant Waltz, opera luminosa firmata dall’artista, noto con la personalissima sigla, C999 e dal Lighting Designer Luca Carapezzi.

L’opera, destinata ad intrattenere il folto pubblico di casa e i numerosi visitatori che regolarmente invadono Parma nel mese di programmazione del Festival Internazionale, risponde dunque ad una precisa richiesta da parte dell'organizzazione: catturare e restituire all’attenzione del pubblico la bellezza e la grandezza di Verdi, attraverso una idea installazione monumentale.

Brilliant Waltz gioca con la luce, accende i fasci di luce dei proiettori Claypaky che illuminano il Cortile della Pilotta e tagliano il cielo della città sulle note dello spartito del celebre valzer brillante, divenuto una delle composizioni più famose del genere grazie all’orchestrazione di Nino Rota per il film “il Gattopardo" di Luchino Visconti. Le note riempiono l’aria, la luce accenna passi di danza.

"In un luogo di passaggio, dove la vita di ciascuno corre veloce passo dopo passo, ho voluto creare un momento magico, una rivelazione di luce che potesse emozionare il cuore di ciascuno, far battere quello delle coppie innamorate e rapirle in un valzer di musica e amore" racconta C999.

Sei torri di 16 metri di altezza, una diffusione sonora in tutto il Cortile, un numero eccezionale di proiettori motorizzati Claypaky, disposti e allineati su un’unica truss americana di 50 metri di lunghezza posta a 16 metri di altezza: l’intero allestimento ruota intorno alla scelta di disporre 88  piccoli e leggeri proiettori Sharpy.

Sharpy è una testa mobile Beam da 189W con un'emissione luminosa che fino a ieri era possibile solo con lampade nove volte più potenti. Il suo fascio è così concentrato e allineato da sembrare il raggio coerente e monocromatico di un laser.

Il concept dell’opera è davvero molto semplice ed elegante: utilizzare ciascun proiettore come se fosse il tasto pesato di un pianoforte; ciascuno corrispondente ad una nota o ad una alterazione specifica di una tastiera. Niente corde, nessun martelletto per eseguire le note, per suonare tutte le sette ottave disposte e da tasti bianchi e neri, se non i fasci e gli effetti a mezz'aria spettacolari di Sharpy.

Muovere ciascun proiettore in perfetta sincronia con la scrittura musicale dello spartito. Musica e luce, 88 Sharpy Claypaky a suonare note e bemolli, note e diesis in sequenze e virtuosismi musicali e visivi.

Brilliant Waltz attraverso sequenze e variazioni dinamiche, ora lente ed eleganti ora energiche e spettacolari, ha messo in luce il brano musicale di Verdi.

Con una intera tastiera di proiettori dinamici a disposizione, è stato possibile dare vita ad una magistrale interpretazione delle sonorità del Maestro; accendere ciascuno dei punti luce come singole note per creare atmosfere immersive e suggestive o fare esplodere la potenza dei proiettori per riempire di fasci di luce l'intero Cortile della Pilotta, luogo designato ad accogliere l'installazione, generando lo spazio di un magnifico ed  emozionante salone da ballo.

Il culmine dell’emozionante sequenza luminosa prevede il puntamento di tutti gli 88 proiettori motorizzati verso il cielo di Parma: un potente, grandioso raggio di luce fisico ma anche soprattutto simbolico, che ha attraversato la città per diversi chilometri, sotto gli occhi di tutta la cittadinanza, ha generato soprattutto sui social network una importante proliferazione di immagini e fotografie scattate da tutti i punti della città.

Il lighting designer Luca Carapezzi, ha trasformato il concept dell’opera visiva in un vero e proprio progetto illuminotecnico dove è stato necessario stabilire le esigenze specifiche dell’allestimento fisico dell’installazione e della programmazione dei movimenti e degli effetti previsti.

La programmazione difatti prevede almeno due aree di intervento. Da una parte l’impegno diretto a sincronizzare, con la precisione del direttore d’orchestra, tutti i movimenti degli 88 Sharpy con le note musicali, utilizzando il codice MIDI Time Code insieme ad una GrandMa Light, con il supporto di Jerry Roberto Romani, ed una seconda consolle, una Compulite Ultra Violet per la programmazione di altre sequenze.

Dall’altra parte l’impegno diretto a riprodurre Brilliant Waltz, tutte le ore e tutti i giorni per venti giorni, ha richiesto la necessità di riversare la programmazione su un nuovo dispositivo touch della DMX pen che con un semplice click riproduceva l’intera sequenza dell’opera dedicata a Verdi.

La fornitura e installazione è stata eseguita con grande professionalità da Cobra Service, sotto la direzione tecnica di Daniele Ceribella.

Concept and art: C999
Lighting Designer: Luca Carapezzi
Service: Cobra Service
Consolle: GrandMa Light, Compulite Ultra Violet

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it