Il lighting designer Saxton Waller sfrutta a fondo i B-EYE K10 e K20 di Clay Paky per il Fall 2015 Tour degli STS9

Il lighting designer Saxton Waller sfrutta a fondo i B-EYE K10 e K20 di Clay Paky per il Fall 2015 Tour degli STS9

Anno

2016

Luogo

Stati Uniti

Lighting designer

Saxton Waller

Produzione/Rental

Brown Note Productions, Inc.

Prodotti correlati

data pubblicazione: 29 Gennaio 2016

USA – Quando il gruppo strumentale degli STS9 (Sound Tribe Sector 9) ha iniziato il tour autunnale negli Stati Uniti, il lighting designer Saxton Waller ha deciso di aggiungere gli A.leda B-EYE K20 di Clay Paky al rig composto da B-EYE K10 che aveva impiegato per il tour della band nel 2014 e per i due concerti sold-out al mitico Red Rocks Amphitheatre di Morrison, Colorado.

Grazie a una massiccia presenza nel circuito dei festival, gli STS9, gruppo che per autodefinizione fa della post-rock dance music, sono al top delle classifiche nazionali degli incassi per quanto riguarda le esibizioni dal vivo.  Waller ha ottenuto i B-EYE di Clay Paky dalla Brown Note Productions, Inc. di Thornton, Colorado, che negli ultimi 10 anni ha costantemente collaborato con gli STS9. 

“Questo è stato il nostro primo tour con i K20” ha dichiarato Waller.  “Usavamo già degli washlight diversi per l'avanscena, così ho pensato che se li avessi sostituiti con i K20 mi sarei ritrovato con due luci in una. Ne ho utilizzati sei sul truss del proscenio principalmente come luci wash sulla band, e poi mi sono avvalso dei pixel led completamente controllabili durante le jam per aggiungere un'ulteriore serie di effetti grafici.”

Waller dispone di 18 K10 nel rig: sei sul pavimento del fondo del palco, sei sul truss corrispondente e sei sul truss al centro del palco.  “Li uso esclusivamente in modalità pixel-mapping anche nella loro applicazione wash” riferisce l'LD.  “I B-EYE consentono di controllare tutti i parametri di ogni pixel led, per cui possono essere usati in modo estremamente creativo. I K10 e K20 sono proiettori molto variegati; più li conosci, più cose sei in grado di fare.”

Dato che i K10 e i K20 sono proiettori versatili pronti all'uso, Waller ritiene che alcuni lighting designer abbiano sfruttato solo superficialmente le grandi potenzialità di questi proiettori.  “La gente si ferma alle funzioni basilari, non approfittando appieno di tutto ciò che K10 e K20 sono in grado di offrire” afferma Waller.  “Io invece parto dalle funzioni fondamentali dei B-EYE e le sviluppo.  Per il tour di quest'autunno ho realizzato 120 chase personalizzati a due, tre e quattro colori con effetti gobo. Ebbene, sono qualcosa di unico che contraddistingue il nostro show.  Devo aver dedicato un migliaio di ore alla programmazione delle luci prima dell'inizio del tour.”

Waller si è anche “avvalso del beam shaper” per “creare effetti con tante piccole tessiture luminose che si aprono come i petali di un fiore a qualsiasi velocità, collegandole per il controllo ai fader”.  Waller è stato coadiuvato da Chris Ruppel, head programmer di Brown Note Productions, nel brainstorming mirato a trovare idee originali.

Francesco Romagnoli, Area Manager di Clay Paky per Nord e Sud America, si è così espresso: “È fantastico vedere Saxton Waller e Brown Note fare di nuovo squadra per usare le nostre luci. Gli STS9 sono un grande gruppo e noi siamo orgogliosi di poter contribuire alla loro immagine!”

A.C.T Lighting è il distributore esclusivo Clay Paky in Nord America.

Per ulteriori informazioni contattare Davide Barbetta davide.barbetta@claypaky.it